Bassano Virtus ko anche a Gubbio
A rischio la panchina di Magi

Bassano Virtus ko anche a Gubbio A rischio la panchina di Magi
di Francesco Bordignon
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Dicembre 2017, 18:57 - Ultimo aggiornamento: 18:58
Ancora una sconfitta. Il Bassano Virtus racccoglie il sesto ko nelle ultime sette gare di campionato (sette su otto contando la Coppa) perdendo anche in casa del Gubbio, decide una rete di Ciccone al 3’ del primo tempo dopo un’ottima azione personale del talento Casiraghi. Il Soccer Team nei seguenti 87’ prova anche a riaprire la gara, ma si ripropone il problema del gol per i giallorossi che sono andati in rete una sola volta in questa striscia di partite: alla fine è 1-0, Minesso e compagni ancora battuti e Magi ora veramente appeso ad un filo. Il tecnico aveva incassato la fiducia fino al derby della prossima settimaa con il Vicenza, da capire se ora la società voglia dare un messaggio alla squadra prima di questa partita in una rivalità fortemente sentita dai bassanesi.

La formazione: 4 3 2 1 per Magi che schiera Barison al posto di Bizzotto, ritrova Botta in mediana con Bianchi e Proia e in attacco Fabbro è supportato da Minesso e Venitucci.

Il primo tempo per il Bassano inizia come peggio ci si potesse aspettare: al 3’ Casiraghi supera con un prezioso sombrero Barison, conclusione che colpisce la traversa ma sul tap in il più rapido è Ciccone, che segna da due passi. Colpito a freddo, il Bassano prova una timida reazione prima con Bianchi al 10’, al 13’ Minesso su punizione manda alto, al 18’ su cross di Andreoni Fabbro non inquadra la porta. Soccer Team che ci prova ma non trova il colpo del pareggio, al 41’ rischia anche di affondare con una conclusione di Cazzola che finisce a lato. Nel finale di tempo, Botta calcia dal lontano ma trova Volpe pronto per la parata.

Nella seconda frazione il Bassano parte forte, Minesso svirgola al 47’ una buona occasione, al 56’ Bianchi calcia sul fondo. Magi prova ad inserire Diop per Proia, trasformando la sua squadra in un 4 4 2 con due punte centrali: al 67’ Venitucci prova la furbata con un pallonetto per sorprendere Volpe, il portiere alza sopra la traversa. Magi si gioca anche la carta Giordani, ma i minuti scorrono e le occasioni mancano: non per il Gubbio, che al 84’ con Casiraghi e al 85’ con Burzigotti sfiorano il raffoppio. Al 90’ un errore dello stesso Burzigotti serve Minesso, il numero 10 ha l’occasione del pari ma manda a lato da buona posizione. Nel recupero non succede il miracolo, Bassano che perde ancora, adesso il futuro di Magi è appeso ad un filo.   
© RIPRODUZIONE RISERVATA