Osimo accoglie la Ristopro Fabriano in esilio, due storie che si incontrano

Osimo accoglie la Ristopro Fabriano in esilio, due storie che si incontrano
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Agosto 2021, 17:58

OSIMO – Si è svolta a Osimo la conferenza stampa di introduzione alla stagione della Ristopro, che ha scelto il PalaBaldinelli come impianto per il 2021/22 a causa dell’indisponibilità del PalaGuerrieri. Insieme al sidaco di Osimo, Simone Pugnaloni,  era presente la dirigenza della Ristopro al completo: il presidente Mario Di Salvo, il dg Paolo Fantini, il ds Simone Lupacchini, il gm Michele Paoletti e coach Lorenzo Pansa.

«Il movimento cestistico osimano è felice di ospitare la Ristopro, è un’iniezione di energia positiva e farà crescere qua la volontà nei giovani di fare basket. Un campionato importante come la A2 riaccenderà la passione dei cittadini, perché Osimo ha una storia nel basket.  Darò tutto il supporto a Fabriano, anche per eventuali sponsorizzazioni di aziende locali, e abbiamo messo a disposizione la società Osimo Servizi per la gestione del palasport e per le trasferte con mezzi pubblici», afferma Pugnaloni, il quale poi chiarisce che «l’ospitalità per la stagione non significa che questa squadra diventi Osimo. Resterà la Ristopro Fabriano e spero per i tifosi fabrianesi che possano tornare prima possibile nel loro palasport».

Il presidente  Di Salvo ha ringraziato il Sindaco «per la grande accoglienza riservataci. Abbiamo allestito un roster puntando molto sugli uomini, se faremo squadra ci toglieremo soddisfazioni. Sarà emozionante rappresentare Fabriano in piazze storiche italiane». La Ristopro giocherà la sua prima partita amichevole mercoledì alle 18 a Chieti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA