Sampdoria-Atalanta 0-2: Dea spietata e fortunata, Giampaolo sbatte contro i legni

Atalanta spietata e fortunata, la Sampdoria sbatte contro i legni: la Dea vince 2-0 con Toloi e Lookman
Atalanta spietata e fortunata, la Sampdoria sbatte contro i legni: la Dea vince 2-0 con Toloi e Lookman
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Agosto 2022, 20:57

Toloi e il nuovo arrivato Lookman riportano il sorriso sulle labbra di Gasperini, insoddisfatto per il mercato dell'Atalanta. L'esordio sul campo della Sampdoria porta tanta sofferenza ma, quel che conta, anche tre punti. Giampaolo può esser soddisfatto per la prova della sua squadra, anch'essa completamente rimodellata soprattutto in mediana a seguito delle tante cessioni. Pesano i dubbi per il gol annullato a Caputo sullo 0-0 e i due legni colpiti da Sabiri e Quagliarella prima del raddoppio degli ospiti.

Umori opposti per due squadre ancora in costruzione. È questo lo spirito con cui scendono in campo Sampdoria e Atalanta per la prima stagionale.

Partono forte i blucerchiati, spinti anche dal supporto della Gradinata Sud, e dopo 60 secondi la prima ghiotta occasione capita sui piedi di Leris che però si fa ipnotizzare da Musso. Ma gli uomini di Giampaolo spaventano la Dea: Caputo, al quarto d’ora, trova la via del goal ma Dionisi cancella la gioia dell’attaccante dopo aver ravvisato, attraverso il VAR, un fallo di Leris su Maehle. Atalanta vicinissima al vantaggio al 22'. Maehle spreca malamente a due passi dalla porta sguarnita. Palo clamoroso.

Al 26' nerazzurri in vantaggio con il difensore tenuto in gioco dalla coppia Ferrari-Bereszynski. La rete subita, però, non cambia il copione del match con la Sampdoria che, con il palleggio in perfetto stile Giampaolo, chiude in attacco provando a trovare la via del pareggio.

Per la ricerca dell’1-1 il tecnico della Sampdoria attinge dalla panchina concedendo il debutto in Serie A per De Luca che rileva Caputo che però non gradisce la scelta del suo allenatore mostrando tutta la sua stizza. Triplo cambio per i blucerchiati, dentro anche Depaoli e Verre per Bereszynski e Djuricic, dopo 10 minuti dall’inizio della ripresa in cui però gli ospiti si sono fatti vedere più di una volta dalle parti di Audero.

Giornata di prime volte con Gasperini che concede il debutto a Lookman richiamando in panchina Muriel. I cambi sembrano risvegliare la Sampdoria che, con Depaoli prima e Sabiri poi, spaventa la difesa ospite. E, al 69' è solo il palo a salvare Musso e negare alla Sampdoria il goal su punizione del suo numero 11, ormai diventato uno specialista dei calci piazzati dopo la magia di Istanbul.

Sembra stregata la porta per i blucerchiati con il tiro al volo di Quagliarella che sfiora il palo prima di spegnersi sul fondo per la delusione dei tifosi. Dopo il rischio appena subito l’Atalanta prova ad addormentare il gioco con Musso ammonito dall’arbitro per perdita di tempo.

La gestione dei cartellini non soddisfa il capitano blucerchiato che protesta vivacemente contro Dionisi finendo anche lui sull’elenco dei cattivi. Non una Sampdoria fortunata che raddoppia il conto dei legni con il suo capitano che all’81' vede il suo tiro scheggiare la traversa e graziare Musso.

Lookman diventa il protagonista degli ultimi minuti. Al 90' gol annullato (assist Zapata) per una questione di centimetri . La Sampdoria insiste e chiude in attacco ma la collezione di corner non basta. Al 95', ennesimo contropiede, orchestrato da Malinovskyi, e questa volta la rete di Lookman è valida. Miglior esordio non poteva esserci per l'attaccante nigeriano con cittadinanza inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA