Ascoli, Nestorovski si ferma di nuovo: le speranze salvezza sono riposte su Pedro Mendes

Ascoli, Nestorovski si ferma di nuovo: le speranze salvezza sono riposte su Pedro Mendes
Ascoli, Nestorovski si ferma di nuovo: le speranze salvezza sono riposte su Pedro Mendes
di Anna Rita Martini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Febbraio 2024, 03:00 - Ultimo aggiornamento: 11:29

ASCOLI Si frantumano le speranze di poter rivedere Ilja Nestorovski in campo per le prossime tre sfide di campionato. L'attaccante bianconero è finito nuovamente ko. Sembrava smaltito l'ematoma al polpaccio invece probabilmente dopo aver ripreso gli allenamenti e forzato i tempi del rientro si è dovuto fermare di nuovo. Adesso il giocatore rischia un altro stop di qualche settimana e questo comporta un serio problema per l'Ascoli che contava sul suo rientro. Ma andiamo con ordine e ripercorriamo le tappe degli infortuni di Nestorovski in questo campionato. 


Un vero calvario

Il primo stop avviene il 14 novembre per la frattura al gomito nel corso dell' allenamento, dopo poco più di un mese torna a disposizione il 26 dicembre in occasione di Ascoli-Cittadella, ma resta in panchina, di seguito si ferma per un ematoma al polpaccio, nel frattempo c'è la sosta del campionato.

Alla ripresa il 14 gennaio Nestorowski torna a disposizione e viene giudicato guarito tanto che entra in campo al 76' nella sfida del Tardini di Parma. La settimana successiva gioca nel secondo tempo contro il Bari, il 26 gennaio prende parte alla trasferta di Como pur restando in panchina. Nulla faceva supporre che si sarebbe fermato di nuovo, visto che al ragazzo era stato dato l'ok da parte dei sanitari per il rientro e che il suo problema era di poco conto. 

La beffa

Questa valutazione aveva fatto supporre che la squadra non necessitasse di un altro attaccante di quel livello, visto che Nestorovski era tornato disponibile e la squadra aveva già due prime punte su cui contare, il macedone e Pedro Mendes. Serviva solo un altro attaccante di supporto e infatti è arrivato dalla Finlandia Jeremiah Streng che avrebbe dovuto fungere da terza punta centrale, da poter utilizzare a gara in corso qualora fosse stato necessario. In settimana invece a tre giorni dalla chiusura del calciomercato Nestorovski si sottopone a nuovi accertamenti: «Nestorovski aveva accusato un problema muscolare al gemello interno del polpaccio destro, si è in attesa del riassorbimento completo dell’edema». Questo il responso dei medici. Con il calciomercato che stava chiudendo i battenti e la rincorsa alla ricerca di un nuovo attaccante sempre più complicata, perché c'era poco tempo per aprire nuove trattative. L'ultimo giorno del mercato è arrivato dalla Slovacchia il nazionale David Duris, una seconda punta che può agire anche da prima punta, giocatore ancora tutto da scoprire, perché anche lui ha avuto necessità di rimettersi in sesto dopo un forte attacco influenzale che ha colpito tutta la sua ex squadra dello Zilina. C'era comunque tempo per aspettarlo visto che la scorsa settimana sembrava che il macedone avesse superato l'infortunio ed era pronto al rientro contro la FeralpiSalò. Invece gli ultimi accertamenti ai quali si è sottoposto hanno evidenziato che necessita di altre cure e ne avrà per qualche altra settimana. Questa volta però Nestorovski è andato a curarsi a Cesenatico nella clinica specializzata nei recuperi dove in passato sono stati anche altri giocatori dell' Ascoli. 

Tocca a Mendes

L'attacco bianconero continuerà quindi a vivere così sulle spalle di Pedro Mendes anche lui rispedito in campo non ancora al meglio dopo la distorsione alla caviglia. Mendes adesso sembra aver superato la distorsione e alla caviglia, domani sarà in campo e proverà a superare quota dieci nella casella dei gol realizzati fino ad ora. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA