L'Ascoli al fondo americano: pressing intenso anche del sindaco Fioravanti (appena rieletto)

L'Ascoli al fondo americano: pressing intenso anche del sindaco Fioravanti (appena rieletto)
L'Ascoli al fondo americano: pressing intenso anche del sindaco Fioravanti (appena rieletto)
di Anna Rita Marini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Giugno 2024, 01:01 - Ultimo aggiornamento: 14 Giugno, 07:35

ASCOLI Doveva essere presentata oggi la proposta economica da parte del fondo americano per quanto riguarda l’acquisisto dell’Ascoli calcio ma dagli Stati uniti ancora tutto tace. E più il tempo passa e più la situazione societaria rischia di complicarsi. Sulla vicenda, terminate le elezioni che lo hanno visto trionfare, è sceso di nuovo in campo il sindaco della città Marco Fioravanti


Contatto con Pulcinelli

Il primo cittadino nella giornata di ieri ha avuto un contatto telefonico con il patron bianconero Massimo Pulcinelli nel corso del quale gli ha chiesto di mantenere l'impegno dato. «Ho chiesto a Pulcinelli di mantenere l'impegno che mi ha dato qualche settimana fa ovvero di cedere il club entro la fine di giugno, mi ha ribadito che sarà così. Ho poi chiesto anche di condividere questa fase di transizione della società assieme a lui. Pulcinelli mi ha detto che lo farà. Finora - ha aggiunto il sindaco - sono stati profusi grandi sforzi. Mi auguro che tutto si possa risolvere entro la fine di giugno». Il sindaco ha parlato di fase di transizione societaria il che significa che movimenti di mercato, per quanto riguarda i giocatori, ma anche per quanto riguarda la scelta dello staff tecnico e l'arrivo di un nuovo direttore sportivo, sarebbero inappropriati. La proposta del fondo americano ancora non è arrivata, ma Pulcinelli ha assicurato al sindaco che ciò avverrà entro, probabilmente, questa settimana. A presentare la proposta, come ormai noto, dovrebbe essere un rappresentante del fondo statunitense il cui nome è ancora oggetto di un patto di riservatezza stilato fra le parti. Il mediatore è un italiano che si occupa di una grande azienda che lavora in un ramo societario che si occupa di sport. Si tratta comunque di un intermediario.

L’attesa

Ma più i giorni passano e più questa situazione di stasi inizia a preoccupare la tifoseria bianconera.

Occorre ricordare però che si è in fase di due diligence e occorre del tempo per visionare tutti i documenti contabile di una società di calcio come l’Ascoli. Altre cessioni di club, non sono state certamente improvvisate , c’è bisogno del tempo tecnico. Resta però il fatto che l'Ascoli tanto tempo non ne ha perché deve ricostruire interamente una squadra in un campionato di serie C che torna a disputare dopo nove anni di cadetteria. Deve ristrutturare l'ambito dirigenziale e anche l'ambito tecnico. Insomma si entra in una fase cruciale della stagione dove non si può perdere tempo. Inoltre non va dimenticato che il 30 giugno ci saranno altre scadenze che riguardano il pagamento degli ultimi stipendi riguardanti i mesi di maggio e giugno, gli ultimi della stagione scorsa e servirà la cifra di oltre un milione di euro. Insomma rimane l'attesa per quello che sarà, se l'Ascoli verrà ceduta al fondo americano oppure resterà in mano all'attuale proprietà.

Non ci sono per il momento ovviamente movimenti o trattative di mercato avviate perché come ha detto il sindaco a Pulcinelli si è in una fase di transizione e quindi le due parti dovrebbero collaborare. Intanto però qualche movimento di mercato può esserci per quanto riguarda i giocatori che sono andati via e che non erano di proprietà dell'Ascoli, ma hanno militato in bianconero solo in prestito. Tra questi c'è il portiere Davide Vasquez di proprietà del Milan, arrivato in bianconero nel mese di gennaio e che dopo qualche settimana si è subito guadagnato il posto da titolare. Adesso il Verona ha messo gli occhi sull'ex portiere dell' Ascoli per affidargli la porta della squadra scaligera. Il giovane portiere avrà quindi la possibilità di cimentarsi nel campionato di massima serie. Nell'Ascoli ha disputato ottime gare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA