L'Ascoli chiude per Simic e "ricompra" Saric, che per adesso non parte

I tifosi del Picchio
I tifosi del Picchio
di Anna Rita Marini
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Luglio 2022, 08:25 - Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 17:14

ASCOLI  - Lorenco Simic è praticamente un giocatore dell’Ascoli. Il difensore centrale domani o dopo domani raggiungerà la sua nuova squadra nel ritiro di Cascia. Simic arriva a titolo definitivo e firma un biennale più opzione per l’anno successivo.

Ma scopriamo chi è il nuovo centrale di difesa, che completa un reparto già competitivo che vede la presenza di Eric Botteghin, Giuseppe Bellusci, Danilo Quaranta, mentre Aljaz Tavcar sarà ceduto in prestito. Lorenco Simic è croato, nato a Spalato e proprio venerdì scorso ha compito 26 anni. Calcisticamente è cresciuto nel settore giovanile della squadra della sua città, ovvero l’Hajduk Spalato, nel 2015 ancora giovanissimo viene ceduto in prestito all’Hoverla, con cui colleziona 3 presenze. Approda nel campionato italiano al termine del mercato invernale di cinque anni fa, grazie alla Sampdoria che lo acquista a titolo definitivo e lo cede in prestito all’ Empoli. L’anno successivo passa alla Spal dove fa il suo debutto in Serie A contro il Milan. Al termine del campionato passa al Rijeka, ma la stagione non è fortunata per il giovane croato non trova spazio in formazione tanto che rientra alla Sampdoria che lo cede nuovamente ma in Slovacchia al Dunajska Streda. Di seguito Simic gioca con lo Zaglebie Lubin club che lo acquista a titolo definitivo, al termine della stagione rescinde il contratto per tornare a gennaio in Italia questa volta al profondo sud, viene acquistato infatti dal Lecce, è la stagione 2021-22 e il difensore colleziona 7 presenze e contribuisce alla promozione in Serie A dei salentini.
Un grande fisico

Il resto è storia recente. Simic approda in bianconero, si tratta di un giocatore dotato di un buon fisico, è alto e questo lo porta ad essere abbastanza abile nel colpire di testa. Il reparto difensivo a questo punto è completo, compresi i laterali sia destra che sinistra dove i titolari sono gli stessi della scorsa stagione Alessandro Salvi a destra, anche se l’ex tecnico Andrea Sottil spesso lo alternava con Federico Baschirotto, Nicola Falasco a sinistra, sono cambiati di terzini di riserva. Dall’Empoli è arrivato Francesco Donati e dalla Sampdoria Simone Giordano rispettivamente terzino destro e sinistro. 
Il caso Saric
E veniamo al capitolo Dario Saric, sembrava ci fosse stata un’ accelerata per la sua cessione alla Sampdoria, ma ecco di nuovo la frenata, questo perché per ora i doriani non possono acquistarlo, se ne riparlerà più avanti. Se Saric andrà via arriverà un nuovo centrocampista,ma non è escluso che possa restare. Davanti come noto manca La prima punta di peso. Atanas Iliev che ha deluso le aspettative andrà via, per l’arrivo del centravanti occorrerà aspettare però ancora un po’, la scelta va ponderata e deve arrivare il giocatore giusto per lo scacchiere bianconero. Per quanto riguarda le cessioni dopo Amine Ghazoini e Daniele Sarzi Puttini in settimana andrà via anche Francesco Semeraro, poi sarà la volta di Diego Fabbrini che nel frattempo si allena al Picchio Village, con il trequartista si potrebbe arrivare anche alla rescissione del contratto, mentre sarà cceduto anche Andrea De Paoli. Dovrebbero invece restare i due esterni offensivi che provengono dalla Primavera, Filippo Palazzino e Alessio Re due giocatori di prospettiva che potrebbero essere utili entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA