Ascoli, Gori a un passo dalla Reggina. Il Picchio costretto a cambiare strategia: ecco i nomi

Ascoli, Gori a un passo dalla Reggina. Il Picchio costretto a cambiare strategia: ecco i nomi
Ascoli, Gori a un passo dalla Reggina. Il Picchio costretto a cambiare strategia: ecco i nomi
di Anna Rita Marini
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Luglio 2022, 05:30

ASCOLI Gabriele Gori è sempre più vicino alla Reggina, e l’Ascoli è così costretto a cambiare strategia di mercato per quanto riguarda il reparto offensivo.  Sembra sfumare quindi la possibilità di vedere in bianconero il giocatore viola ecco allora che il direttore sportivo Marco Valentini ha iniziato a guardarsi intorno alla ricerca di una valida alternativa. Di giocatori con quelle caratteristiche da acquistare non ce ne sono molti. Sembra che il direttore sportivo abbia contattato Mariano Grimaldi l’agente di Michele Marconi. Una semplice telefonato per capire se c’è la possibilità di aprire una trattativa. 


Il candidato


Marconi è in uscita dall’Alessandria, ha 33 anni è passato al club piemontese lo scorso anno dopo aver giocato in due ottimi campionati 65 partite con il Pisa realizzando 28 gol. Nella passata stagione era uno degli obiettivi principali anche dell’Ascoli, poi però fu acquistato dalla neo promossa Alessandria che è tornata in Serie C e l’anno scorso è rimasto coinvolto in pieno nella difficile annata dei grigi, totalizzando 24 presenze e 3 gol. Attualmente l’Alessandria sta cedendo tutti i suoi giocatori migliori per difficoltà economiche dovute alla retrocessione. Marconi il cui contratto scadrà il prossimo anno è tra i giocatori che andranno via anche perché il suo ingaggio è abbastanza elevato per un club di Serie C. L’ex Pisa è nato in Toscana, a Follonica, ed è un prodotto del vivaio dell’Atalanta e quando militava nella primavera della Dea ha affrontato i pari età dell’Ascoli negli ottavi di finale scudetto. Marconi allora era un giovane emergente ed era al centro dell’attacco nerazzurro. Da quelle due sfide sono passati 15 anni e l’attaccante ha proseguito il suo percorso giocando con Grosseto, Lumezzane, Lecco, Pergocrema, Pavia, Spal, Venezia, Lecce, Pisa e Alessandria. Per ora con l’ entourage di Marconi c’è stato solo un sondaggio, allo stesso tempo l’Ascoli sta seguendo anche altre piste. Ma non sarà facile arrivare all’acquisto del tanto atteso attaccante dopo che il club aveva puntato tutto su Gori prima che arrivasse la resistenza del direttore generale della Fiorentina Joe Barone per una vecchia ruggine. La cosa certa è che l’attacco va puntellato con una prima punta che costituisca una valida alternativa a Dionisi. 


Gli altri reparti


Per quanto riguarda gli altri ruoli sembrava fatta anche per l’arrivo del centrocampista dell’Udinese Battistella, il cui ingaggio era collegato alla cessione di Dario Saric alla Sampdoria, la cui trattativa non è mai stata avviata, ed è di ieri la notizia che Battistella è stato ceduto dal club friulano al Modena. L’Ascoli comunque a centrocampo, se non uscirà nessuno, a tal proposito sembra che anche Eramo resterà, è al completo. L’unico reparto da puntellare rimane quello offensivo, il tecnico Cristian Bucchi dovrebbe comunque avere la squadra al completo per l’inizio del campionato, l’ Ascoli esordirà al Del Duca domenica 14 agosto in notturna contro la Ternana, per quella data dovrebbe essere arrivato anche il tanto atteso nuovo bomber. Anche perché si inizia a fare sul serio e sarebbe opportuno partire subito con il piede giusto approfittando delle due gare casalinghe, dopo gli umbri infatti i bianconeri ospiteranno la Spal. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA