L'ascolano Travaglia inizia bene l'anno in Turchia: suo il primo acuto azzurro nell’Atp

Venerdì 8 Gennaio 2021
L'ascolano Stefano Travaglia durante una partita

ASCOLI - Parte bene Stefano Travaglia. Vincendo in Turchia nel primo turno dell’Antalya Open, torneo Atp 250 dotato di un montepremi di 361.600 euro, il tennista ascolano ha firmato il primo successo di un azzurro nel 2021 nel main draw del circuito maggiore maschile. Il 29enne di Ascoli Piceno, numero 75 del ranking mondiale, ha esordito battendo in rimonta, sui campi in cemento della città turca, il serbo Miomir Kecmanovic, numero 42 del ranking mondiale e settima testa di serie, con il punteggio di 1-6 6-4 6-0, in un’ora e 32 minuti. Dopo un primo set senza storia, vinto agevolmente dal serbo al settimo game, nel secondo Travaglia ha cambiato marcia strappando subito la battuta all’avversario e allungando sul 3-0 e 4-1.

Il 21enne di Belgrado ha tentato una reazione e con il contro-break ha riagganciato sul 4-4 il ventinovenne tennista ascolano, bravo però nel decimo gioco a piazzare lo strappo che gli ha consentito di pareggiare il conto dei set. La frazione decisiva è stata un monologo del giocatore allenato da Simone Vagnozzi, ascolano come Travaglia, che si è così aggiudicato il primo confronto diretto con Kecmanovic. In pratica dal 4 pari del secondo set Travaglia ha ottenuto ben otto game consecutivi, vincendo addirittura in scioltezza contro il talentuoso e promettente avversario. Sabato, nel secondo turno, Travaglia troverà sulla sua strada un altro ventunenne di belle speranze, vale a dire il finlandese Emil Ruusuvuori, numero 87 della classifica mondiale. Non ci sono precedenti tra i due. Ricordiamo che Travaglia è già qualificato per gli Australian Open di inizio febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA