Angiulli parla da capitano: «Non abbiamo più scuse, la Samb deve risalire in fretta»

Venerdì 26 Novembre 2021
Federico Angiulli, 29 anni, durante Samb-Fano finita 1-0

SAN BENEDETTO «Non abbiamo più scuse. C’è voglia di uscire da questo momento difficile perché ne va della nostra dignità e orgoglio. Ogni domenica c’è gente che paga per vederci e non è giusto dare spettacoli che non si merita». Federico Angiulli, capitano della Samb, sprona i suoi compagni a reagire al delicato momento che stanno attraversando, visto che la squadra è relegata a un mortificante terzultimo posto in classifica e con la vetta lontanissima.

«Non stiamo attraversando un buon momento e per la verità non è stato per niente un buon principio di stagione – afferma il ventinovenne centrocampista di Segrate - Se all’inizio avevamo le attenuanti per esserci preparati in ritardo e per aver fatto un mercato molto veloce e con tanti giocatori assemblati in poco tempo, adesso non abbiamo giustificazioni e dobbiamo mettere tutto in campo. Stiamo lavorando sodo e da parte nostra c’è voglia di invertire il trend negativo, soprattutto quello effettuato in trasferta visto che abbiamo raccolto solo un punto a Nereto. Domenica affrontiamo una squadra ben attrezzata come il Matese, che sa bene che in casa può raccogliere tanti punti dato che si esprime su un campo piccolo e in sintetico, dove è difficile giocare al calcio. Dovremo disputare la nostra partita cercando di fare molto di più di quello che siamo riusciti a esprimere nelle ultime settimane e soprattutto nelle ultime trasferte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA