Ancona, verso Italia-Germania U21: «Spero che ci siano tanti giovani allo stadio»

Ancona, verso Italia-Germania U21: «Spero che ci siano tanti giovani allo stadio»
Ancona, verso Italia-Germania U21: «Spero che ci siano tanti giovani allo stadio»
di Peppe Gallozzi
4 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Novembre 2022, 03:30 - Ultimo aggiornamento: 22:03

ANCONA E’ ufficialmente iniziato il countdown per la sfida amichevole tra le Nazionali Under 21 di Italia e Germania che si giocherà sabato 19 novembre (ore 17.30, con diretta su Rai 2) al Del Conero. Per quello che può definirsi un appuntamento da segnare in agenda, visto e considerato che gli Azzurrini non tornano nel capoluogo marchigiano dal 2008 (Italia-Israele 0-0, Qualificazioni Europee), il CT Paolo Nicolato – intervenuto sulle frequenze di RadioTua Ancona, nel corso del programma Puntobiancorosso – ha auspicato un’importante cornice di pubblico rivolgendosi soprattutto ai più giovani: «Abbiamo la fortuna di scendere in campo in una grande piazza come Ancona, per me oltretutto sarà anche la prima volta da mister in questa città. Siamo sicuri di trovare un gran pubblico, con tanti ragazzi e appassionati, e da parte nostra è normale che ci teniamo enormemente a far bene. Perché venire allo stadio? La partita con la Germania può offrire spunti di varia natura e tra noi avremo diversi volti nuovi da apprezzare»


Uno step fondamentale


Il discorso si è poi spostato anche sul contesto dorico con il club biancorosso militante in Lega Pro. Proprio questa categoria, in ottica giovani, potrebbe rivelarsi un bacino determinante per l’Under 21 di oggi e, magari, per la Nazionale maggiore di domani: «L’intera categoria sta lavorando bene, con impegno e nelle giuste modalità. Certo, gli incentivi aiutano ma in diversi si stanno mettendo in luce evidenziando grandi prospettive. La Serie C di oggi è la palestra più importante per il calcio dei grandi, presto i raccoglieremo i frutti di questo percorso». Sempre ad Ancona, dall’avvento del nuovo patron asiatico Tony Tiong, l’elemento centrale della politica societaria è legato alla nascita del centro sportivo di proprietà che servirà principalmente a costruirsi “in casa” le risorse umane per il futuro. Su questo, Nicolato (campione d’Italia Primavera con il Chievo nel 2013-2014): «Ritengo il centro sportivo fondamentale, uno step chiave per una società che vuole fare un passo avanti. Nell’esperienza accumulata tra l’Italia e l’estero è proprio questo l’aspetto su cui dobbiamo crescere. La progettualità non può essere rinviata».

Attiva la prevendita


Da ieri, intanto, sul circuito Vivaticket (online, anche attraverso il sito internet della Figc, e nelle ricevitorie autorizzate, come ad esempio Computer New File di corso Carlo Alberto ad Ancona), è possibile acquistare i tagliandi della partita al costo di 10 euro per la tribuna coperta e 5 euro per la Gradinata Neri che riaprirà, nell’occasione, dopo essere stata chiusa nel 2016. Per tutti i ragazzi fino a 18 anni tariffa ridotta al prezzo simbolico di 1 euro. I titolari della Vivo Azzurro Membership Card potranno richiederà la gratuità scrivendo a ticketing@figc.it entro giovedì 17 novembre. Per quel che concerne, infine, i titolari delle tessere federali e delle tessere Coni valide per il 2022 con diritto al posto in Tribuna d’Onore potranno accedere alla stessa fino ad esaurimento dei posti disponibili. I tagliandi saranno inviati via mail e andranno richiesti scrivendo a ticketing@figc.it 

L'elenco dei convocati, c'è anche Lorenzo Lucca


Portieri: Elia Caprile (Bari), Marco Carnesecchi (Cremonese), Stefano Turati (Frosinone);
Difensori: Raoul Bellanova (Inter), Andrea Cambiaso (Bologna), Giorgio Cittadini (Modena), Caleb Okoli (Atalanta), Fabiano Parisi (Empoli), Lorenzo Pirola (Salernitana), Giacomo Quagliata (Cremonese), Matteo Ruggeri (Atalanta), Mattia Viti (Nizza);
Centrocampisti: Edoardo Bove (Roma), Cesare Casadei (Chelsea), Salvatore Esposito (Spal), Filippo Ranocchia (Monza), Nicolò Rovella (Monza), Franco Tongya (Odense);
Attaccanti: Nicolò Cambiaghi (Empoli), Matteo Cancellieri (Lazio), Lorenzo Colombo (Lecce), Lorenzo Lucca (Ajax), Pietro Pellegri (Torino), Emanuel Vignato (Bologna), Cristian Volpato (Roma)

© RIPRODUZIONE RISERVATA