Gol, emozioni, tanta pioggia e anche espulsioni: in 5000 al Del Conero. Finisce 2-4 la sfida Italia-Germania under 21

Gol, emozioni, tanta pioggia e anche espulsioni: in 5000 al Del Conero. Finisce 2-4 la sfida Italia-Germania under 21
3 Minuti di Lettura
Sabato 19 Novembre 2022, 17:06 - Ultimo aggiornamento: 20:27

ANCONA - E' solo un'amichevole ma tanto per il c.t. Nicolato quanto per Ancona è un appuntamento speciale. E non solo perchè l'avversario dell'Under 21 si chiama Germania ma anche perchè questa è l'occasione giusta per avere alcune conferme di quei meccanismi che stanno andando bene in casa azzurra ma anche l'opportunità buona per altre prove considerato proprio lo spessore dell'avversario. Ed è una vetrina anche per Ancona con il meteo benevolo dei giorni scorsi che però oggi è stato veramente infausto con vento e pioggia a rovinare i piani di tanti sportivi. 

ITALIA   - GERMANIA    2-4

ITALIA U21 (3-4-2-1): Carnesecchi; Pirola, Cittadini, Ruggeri; Bellanova, Rovella, Sa.Esposito, Quagliata; Cambiaghi, E.Vignato; Colombo. All.: Nicolato.

GERMANIA U21 (4-3-3): Atubolu; Fischer, Bisseck, Thiaw, Katterbach; Huseinbasic, Keitel, Krauss; Schade, Thielmann, Samardzic. All.: Di Salvo.

RETE: Huseinbasic al 23', Samardzic al 51, Shad al 57', Cancellieri al 65' e  al 73', Malone rig. all'88'.

ANCONA - Avvio  di gara equilibrato, buoni fraseggi da una parte e dall'altra nonostante il campo pesante per la pioggia che dal primo pomeriggio è caduta sul capoluogo poi al 23' il gol che porta in vantaggio la Germania con Huseinbasic che approfitta di una distrazione della difesa azzzura e con fredddezza infila il pallone alle spalle di Carnesecchi.

Non gioca male l'Italia ma sulla tre-quarti poi iniziativa si spegne anche perchè la Germania - ma si sapeva - in difesa ha giocatoridi grande affidabilità. E giocatori di  qualirtà ne ha anche nei calci piazzati con Samardzic al 51' che firma proprio su punizione dai venti metri la rete del raddoppio. Un minuto dopo l'Italia sfiora il gol ma un difensore tedesco riesce ad evitare il patatrac proprio sulla linea. E sul ribaltamento di fronte la Germania lascia ancora il segno con Schade che firma il 3-0.

Ma il punteggio non dice la verità: meglio la Germania ma l'Italia è viva e di volta in volta lo dimostra riuscendo al 65' a conclusione di una buona trama offensiva a trovare il gol con una bella conclusione di Cancellieri. E sette minuti dopo sulle ali dell'entusiasmo lo stesso attaccante della Lazio dall'altezza del dischetto del rigore lascia partire un rasoterra che vale il 3.2.

Finale di partita incandescente: prima l'espulsione di Cittadini, due minuti dopo quella di Rovella da cui scaturisce il rigore trasformato da  Malone che porta la Germania sul 4-2 a tre minuti dalla fine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA