L'Ancona completa l'attacco: dal Sassuolo arriva Mattioli

L'Ancona completa l'attacco: dal Sassuolo arriva Mattioli
L'Ancona completa l'attacco: dal Sassuolo arriva Mattioli
di Daniele Tittarelli
4 Minuti di Lettura
Domenica 7 Agosto 2022, 03:00

ANCONA - L’Ancona completa l’attacco con Andrea Mattioli. Cresciuto nel Sassuolo, la giovane punta centrale, che compirà 21 anni il 9 ottobre, è reduce dall’avventura con il Pontedera, dove ha totalizzato 32 presenze e una rete contro il Montevarchi.

Serviva un giocatore di prospettiva per colmare il vuoto lasciato dalla cessione in prestito alla Vigor Senigallia del classe 2004 Alessio Vrioni e il ds Francesco Micciola ha individuato in Mattioli (che arriva all’Ancona a titolo definitivo) il profilo ideale per aumentare la concorrenza nel settore avanzato. L’ex Sassuolo si è fatto le ossa nel club toscano dopo essersi messo in luce a livello giovanile, tanto da guadagnarsi più volte la chiamata nelle nazionali azzurre Under 17 e Under 18. Le sue capacità nell’attaccare la profondità e nell’aiutare la squadra in fase di non possesso hanno convinto l’Ancona a puntare sul giocatore che ha firmato il contratto presentandosi subito nel ritiro di Cascia. L’ufficialità dell’acquisto arriverà domani, quando l’accordo verrà depositato. 


Sei giocatori per due posti 


Con Mattioli l’attacco biancorosso presenta una vasta gamma di scelta. Al centro del reparto l’ex Pontedera se la giocherà con l’esperto Spagnoli, reduce da avventure significative con squadre allestite per l’alta quota come Sudtirol, Modena e FeralpiSalò. Un’altra freccia da non sottovalutare è Moretti, uno dei pochi reduci della scorsa stagione e alla quarta stagione con Colavitto, che può giostrare sia da riferimento avanzato che da esterno. Sulle corsie laterali il classe 2002 Lombardi, già in luce all’Imolese, sarà un’utile alternativa a Petrella e Di Massimo, chiamati a tornare su standard elevati di rendimento dopo un’annata tra alti e bassi a causa dei rispettivi problemi fisici. Entrambi si sono presentati in ritiro tirati a lucido, risultando subito protagonisti di giocate d’alta scuola nelle prime due amichevoli, ma non dovranno mai sentirsi sicuri del posto con compagni pronti a giocarsi le proprie carte sfruttando le opportunità concesse da Colavitto che tende sempre a privilegiare chi è più in forma ai nomi. 


Altre due mosse 


Per puntellare l’organico Micciola sta studiando ulteriori operazioni. Per la prima manca solo il transfert dalla Federazione belga visto che Lorenzo Paolucci, reduce dall’avventura con l’Union SG, ha accettato da giorni la proposta dell’Ancona. Con l’ex Monopoli i dorici avranno un’altra mezzala di corsa e sostanza che si aggiungerà a Prezioso, Simonetti e D’Eramo, con Gatto chiamato a prendere in mano le redini della zona nevralgica. La seconda riguarderà la difesa e dipenderà dall’eventuale partenza di Alessandro Bianconi, chiuso dalla qualificata concorrenza di Mondonico, De Santis e Fantoni. Se il centrale emiliano dovesse trovare una destinazione consona alle sue aspettative, potrebbe prendere corpo la pista che conduce al classe 2001 Cristian Cerreti dell’Imolese. La sorpresa potrebbe essere rappresentata da un ritorno di fiamma per Lorenzo Masetti (’01), ripreso dal Pisa dopo le 35 presenze collezionate in biancorosso. Il difensore centrale non risultava tra i convocati della sfida di ieri in Coppa Italia, persa dai toscani in casa contro il Brescia, a causa di un infortunio accusato in una delle prime amichevoli. Da definire la posizione di Francesco Mele (’00), ex Chieti, utilizzato nei primi due test come giocatore in prova. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA