«Napoli-Milan, il giorno dei giorni: siamo primi! Se è un sogno, non svegliateci»

«Napoli-Milan, il giorno dei giorni: siamo primi! Se è un sogno, non svegliateci»
di Davide Locatelli
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Marzo 2022, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 7 Marzo, 12:17

Ci siamo, è arrivato ‘’il giorno dei giorni’’ giusto per citare qualcuno. E’ il Sunday night di questa 28esima giornata di Seria A 21-22. All’andata fu gioia e dolore per me: a San Siro si suonò per la prima volta il mio rifacimento dell’inno ma fu il Napoli ad averla vinta. Parlando di Milan durante la settimana, ho notato un grande scetticismo su questo match tra i tifosi.

Sarò forse io l’unico ottimista? Vabbuò, partiamo: 20.45 in punto ed Orsato fischia l’inizio del gioco. La partita si mette subito sul piano fisico e dopo i primi 45 minuti di gioco non ci sono occasioni da goal se non 1 penalty a testa recriminato da ambo le parti. Bennacer viene messo giù da Koulibaly ma l’arbitro non lo rivede nemmeno al VAR.

Dopodiché Tomori interviene su Osimehn, e il direttore di gara decide di pattare o penalty non dati. A inizio ripresa, Olivier Giroud si trasforma in Pippo Inzaghi: tiro di Calabria e palla che sbatte su Giroud che corregge in rete un goal da autentico numero 9. Meraviglioso Oliviero… che giocatore, che professionista.

Seconda parte di secondo tempo con il Napoli che prova a pareggiarla ma il suo uomo chiave non si fa trovare pronto all’appuntamento; ed anzi è il Milan che rischia di raddoppiare sul finale con Saelemakers che a tu per tu con Ospina spara alto. Minuto 89: torna in campo Zlatan Ibrahimovic. Bentornato KING! Ora fai e quel che sai fare meglio e portaci lo scudetto.

IL MIO COMMENTO: SIAMO PRIMI!!!!!! Se è un sogno, non svegliateci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA