La Svezia non brilla contro l'Irlanda
E' 1-1 grazie ad un autogol di Clark

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2016, 16:23 - Ultimo aggiornamento: 21 Giugno, 15:09
Finisce senza vincitori la prima partita del Gruppo E - quello dell'Italia - a Euro 2016. Irlanda e Svezia, di fatto, si sono annullate, proponendo un calcio senza lampi e tantomeno colpi di genio da parte del tanto atteso Ibrahimovic, piuttosto nervoso nel finale e in costante polemica con l'arbitro. L'Irlanda avrebbe meritato di più, ma nemmeno tanto, in virtù di una condotta di gara più aggressiva - nel primo tempo ha giocato quasi sempre nell'area avversaria - che ha prodotto anche una traversa e altre azioni assai pericolose per la porta di Isaksson. L'Irlanda parte bene e già all'8' Hendrick libera il destro, Isaksson si allunga e mette in angolo. Al 17' cross dalla sinistra, incornata di Walters, ÒShea in spaccata manca di un soffio l'impatto con il pallone, a pochissimo dalla porta scandinava.

L'Irlanda lascia giocare la Svezia, ma appare più concreta degli avversari: al 28' collo pieno di Brady, che si accentra e scarica il destro, mandando il pallone ad accarezzare la traversa. Al 33' sembra fatta, ma la conclusione a giro di Hendrick, supera Isaksson e si stampa sulla traversa, lasciando il giocatore dei 'verdì nella disperazione. Al 41' ancora un cross di Brady dalla sinistra pesca Long, che tenta la correzione in tuffo, ma viene ostacolato da Olsson e l'azione sfuma.

Nella ripresa passano subito gli irlandesi: al 3' Coleman propone la palla giusta a Hoolahan che non spreca l'occasione concludendo in rete sulla destra. La ripresa della Svezia è istantanea e Clark ci mette la gamba su azione d'angolo, rischiando un clamoroso autogol. Randolph si distende, Forsberg raccoglie da due passi, ma spara alto. Al 19' si fa vedere Ibra che che sfiora il palo con una bella girata. È il preludio al pari svedese che arriva grazie a un autogol di Clark al 26', proprio su cross dalla sinistra di Ibra.
L'Irlanda non ci sta e il portiere Isaksson effettua un buon salvataggio su tiro di Hendrik, ma pian piano la partita, almeno quanto a occasioni, si spegne.


LEGGI LA CRONACA
 
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA