Sangiustese, Roscioli: «Allenamenti personalizzati, ora è dura pensare al calcio»

Tuesday 24 March 2020
L'ingresso in campo della Sangiustese durante una partita

MONTE SAN GIUSTO. Campionato sospeso per l’emergenza COVID-19, a fare il punto della situazione in casa Sangiustese è mister Fabio Roscioli.
«Nel rispetto delle normative emanate, così come hanno fatto un po’ tutte le altre squadre - ha dichiarato il tecnico- insieme allo staff ci siamo adeguati mandando ai ragazzi dei programmi di allenamento personalizzati, con cui riusciamo, seppure a distanza, a tenerci in contatto e a seguirli grazie a video e chat. Per quanto riguarda lo stop al campionato . ha proseguito Roscioli- credo che il calcio in questi momenti difficili passi in secondo piano. Non sappiamo cosa succederà in futuro, ferma restando la priorità da dare alla salute. Comunque, la squadra dovrà farsi trovare pronta. Sono sicuro che in quel caso riusciremo a dare del filo da torcere a tutti perché stiamo continuando a lavorare bene e nel corso delle ultime settimane il gruppo si stava amalgamando alla grande, con i nuovi tesserati e l’arrivo del DS Egidio Papi. Se si dovesse ripartire, avremmo davanti un mini campionato del tutto nuovo, fatto di otto partite. Dovremo usare i punti da recuperare come ulteriore sprone. Sicuramente ora siamo una squadra più forte e completa rispetto a qualche mese fa e proveremo fino alla fine a giocarci le nostre chance per conquistare la salvezza, visti anche gli sforzi e il grande impegno che la società ha fatto per rimanere in categoria».  

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA