Zaniolo in campo, Nainggolan in tribuna: il destino capovolto

Domenica 2 Dicembre 2018 di Alessandro Angeloni
Zaniolo in campo, Nainggolan in tribuna. Come se il destino si fosse capovolto. Perché oggi qualcuno ipotizza che la Roma abbia guadagnato nello “scambio”, almeno in prospettiva. Ma il problema è che, anche ammesso, Spalletti lo rifarebbe e Di Francesco pure. Perché la Roma aveva bisogno di liberarsi del giocatore, per motivi che non avevano a che fare con quelli tecnici; l’inter aveva bisogno fisico della personalità e del carattere di Radja. Alla fine tutti felici e contenti, anche se adesso l’Inter lo è di più, dall’alto del più nove sulla Roma. Ma detto questo, Zaniolo è un signor giocatore e non c’entra niente con Nainggolan, anche se il ruolo è lo stesso. Zaniolo è tecnico e pian piano diventerà anche muscolare, il Ninja vive di scatti e inevitabilmente ha più esperienza. Zaniolo contro l’Inter è stato tra i migliori, deve ancora imparare a gestire le forze. A metà secondo tempo crolla, ma ha un futuro davanti per migliorare certi difetti. Che sono tipiche del fanciullo. Che si farà.  © RIPRODUZIONE RISERVATA