Stella Rossa-Milan, le pagelle: Donnarumma para tutto (o quasi), Romagnoli serata difficile. Mandzukic chi?

Giovedì 18 Febbraio 2021 di Luca Uccello
Stella Rossa-Milan, le pagelle: Donnarumma para tutto (o quasi), Romagnoli serata difficile. Mandzukic chi?

Stella Rossa-Milan 2-2 in Europa League, le pagelle dei rossoneri

 

DONNARUMMA 7

Mani o piedi che siano, cerca di non far passare niente. Ne prende due ma resta il miglior in campo dei suoi. Ma quando a esserlo è il tuo portiere non è sempre un buon segno…

KALULU 6,5

Sorprende anche a destra. Non spinge come Calabria ma la sua sciabolata tesa è sempre precisa e suoi piedi dei suoi compagni. Promosso

TOMORI 6

Un vero mastino che fa paura anche al suo capitano.

ROMAGNOLI 5

Porta la fascia al braccio ma i pantaloni in difesa li indossa Fikayo.

THEO HERNANDEZ 6,5

Il Milan trova un altro freddo rigorista. Ora la sfida ad Hakimi (33’ st Dalot 5: è chiaro che oramai è la riserva della riserva).

BENNACER 5

Certamente non una stagione fortunata per Ismael. Ancora una volta si ferma per un problema muscolare. I suoi 38 minuti? Non ancora sufficienti (38’ pt Tonali 6,5: dirige l’orchestra in mezzo al campo con buoni assoli, giocate di prima per tutti. Ora dovrà farlo anche con l’Inter).

MEITE 5

Al 93' si perde Pavkov che trova la deviazione di testa del 2-2. Peccato, non aveva fatto male!

CASTILLEJO 5

Può fare di più. Anche quando tira in porta. Pioli gli chiede tanta corsa, molto sacrificio anche dietro. Quello non manca mai.

KRUNIC 6,5

Meglio da vice Calhanoglu che al posto di Kessiè. Ruolo nuovo?

REBIC 5

Sbaglia tutto ma è anche l’unico che si presenza sempre alla conclusione. Pioli lo lascia negli spogliatoi. Domenica c’è da vincere il derby (1’ st Rafael Leao 4: Decisamente svogliato. Così non va. Così mette in difficoltà anche i suoi compagni di squadra).

MANDZUKIC 4

Non tocca praticamente un pallone. E soprattutto non dire mai in porta. E questo forse è ancora più grave. Prende pure un giallo (37’ st Calhanoglu ng).

PIOLI 6

La Stella Rossa fa paura anche se non dovrebbe farne. Ma contava mettere al sicuro la qualificazione e il suo Milan ci è comunque riuscito. Ora domenica pomeriggio però con l’Inter conta solo vincere.

 

Ultimo aggiornamento: 21:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA