Sassuolo-Atalanta, le pagelle: Malinovskyi arabesca, Freuler, Gosens e Locatelli sono classe e potenza

Domenica 2 Maggio 2021 di Vanni Zagnoli
Sassuolo-Atalanta, le pagelle: Malinovskyi arabesca, Freuler, Gosens e Locatelli sono classe e potenza

SASSUOLO (4-2-3-1)

Consigli 7,5 Due grandi parate, su Hateboer e sul rigore e altri interventi buoni, anche nel finale. L’ex meriterebbe la nazionale per la continuità, a 34 anni difficilmente arriverà anche solo l’esordio.

Muldur 5,5 L’Atalanta domina, dalla sua parte.

42’ st Toljan 6 Minuti trepidanti, in cui tiene alta la squadra.

Chiriches 5,5 Imposta bene, come centrale puro, però, sul piano difensivo, resta impreciso e fisicamente non all’altezza. Di uno Zapata.

1’ st Ferrari 6,5 Un tempo in panca per rifiatare, ha speranze di andare agli Europei.

Marlon 5,5 Lì dietro balla anche lui, sul rigore si poteva anche sorvolare.

Kyriakopoulos 6 Smazza il long line che porta all’espulsione, a destra l’Atalanta gioca di meno.

Obiang 6 Alla Sampdoria era da Champions, tant’è che venne pagato dal West Ham 6,5 milioni, contro i 130mila euro di arrivo, a 16 anni. Negli anni si è perso, rispetto alle attese. Gira a vuoto, certo aveva di fronte gregari di pregio.

15’ st Bourabia 6 Argina come può, è alla peggiore di tre buoni stagioni a Sassuolo.

Locatelli 7 Alcune giocate sono da Champions abbondante, anche a destra è efficace. Merita una grande.

Berardi 6 Incide poco, meno del solito. E sbaglia un gol. Bell’esecuzione dal dischetto, 84 reti in A.

Traoré 6 La scorsa estate era spesso irrefrenabile, adesso è a volte da sostituzione. Basta però un’astuzia, infilarsi su un errore, rubare il tempo e prendersi un tocchetto, minimo, di Toloi. 

(33’ st Ayhan 6 Mestiere per alzare la Maginot finale)

Boga 6 Per la superiorità numerica procurata, poco altro.

Defrel 4,5 Era l’attaccante preferito da Eusebio Di Francesco, se lo portò anche alla Roma. E’ alla terza stagione su quattro imbelle.

Raspadori 6,5 Cambia faccia agli attacchi sassolesi e salva sulla gragnuola di tiri conclusivi. 

All. De Zerbi 6,5 Il voto tiene conto della forza dell’Atalanta. Più di così non può fare, se ne capirà la grandezza quando arriverà dove merita. In Champions.

ATALANTA (3-4-1-2)

Gollini 5 Paga con l’espulsione ma evita il gol, avrebbe dovuto essere meno impulsivo.

Toloi 5,5 Aggirato dal super controllo di Boga, che ha girato il match. Innocevole colpente, come diceva Benigni, sul rigore.

Romero 6,5 Primo tempo a fermare Defrel, secondo complicato, con Raspadori, che però era più in fascia.

Djimsiti 6 Lo svizzero albanese è una certezza, tetragono.

Hateboer 6,5 Guizzi, a destra, dell’olandese in una squadra che gioca come la grande Olanda, a tratti.

De Roon 6 Regia oscura e tergicristalli davanti alla retroguardia.

Freuler 7 Alziamo il voto per la percussione allo scadere. E’ il miglior giocatore elvetico di questi anni.

Gosens 7 Robin sembra Batman, quando si incunea. Finalmente è arrivato anche in nazionale. Fra i tedeschi non più campioni del mondo un esterno difensivo in doppia cifra può essere titolare.

Pessina 6 Scolastico, nel primo quarto.

24' Sportiello 6 Nessuna parata di rilievo, magari eravamo distratti...) 

Malinovskyi 7,5 Il voto tiene conto delle intuizioni e della infinita inferiorità numerica.

Zapata 6,5 Si danna

15’ st Muriel 5,5 E non solo per il gol.

All. Gasperini 7. Fa rotolare il pallone che è un piacere. A Roma come a Reggio Emilia meritava di vincere, eppure rischia di finire in Europa league.

Arbitro Pairetto 5,5. Il rigore sanzionato a Toloi cambia il match, non c’era. Anche l’altro è discutibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA