Atalanta rullo Champions: gli ex Zapata e Muriel abbattono l'Udinese

Domenica 28 Giugno 2020
Atalanta rullo Champions: gli ex Zapata e Muriel abbattono l'Udinese
L'Atalanta continua il suo percorso netto dopo la sosta e regola, seppur di misura, anche l'Udinese, soffrendo fino al 95'. I ragazzi di Gasperini devono ringraziare gli ex Zapata e Muriel per il bottino pieno. Il primo ha sbloccato la gara, il secondo l'ha letteralmente spaccata nella ripresa. La Dea consolida così il quarto posto, anche grazie alla sconfitta della Roma, con l'impressionante bottino di 80 reti all'attivo. L'Udinese continua a incassare complimenti ma zero punti con la zona retrocessione sempre pericolosamente a un passo. Si parte con Gasperini che lascia in panchina qualcosa come 39 reti - metà del suo bottino fino a prima del match - e la mossa nel primo tempo non paga. L'Udinese costruisce una ragnatela che il ritmo compassato degli orobici non riesce a scalfire. La prima occasione della gara è per i padroni di casa: al 6' Fofana si presenta da solo davanti a Gollini, che lo ipnotizza. Lo spavento serve ai nerazzurri che si riversano in attacco: al 7' doppia super parata di Musso, la seconda decisiva su Gomez. Ma è lo stesso Papu che 60 secondi più tardi confeziona un assist al bacio per Zapata: l'ex di turno mette a sedere Ekong e infila l'incolpevole estremo difensore argentino. Superato così il record assoluto di marcature di squadra in un singolo campionato dello scorso anno, ma al termine mancano ancora 10 turni.

I friulani accusano il colpo ma non si scoprono: serve quindi una conclusione da lontano di Malinovskyi al 29' per chiamare Musso al secondo miracolo della prima frazione. Sul ribaltamento di fronte Fofana illumina con un lancio di 50 metri, Lasagna lascia sul posto Djmsiti e trafigge Gollini. La stessa coppia di giocatori friulani si esalta pochi minuti dopo: Fofana va via in serpentina, scavalca con un cucchiaio la difesa e mette il capitano dei bianconeri ancora a tu per tu con Gollini: il pallonetto accarezza la parte alta della rete.

Parte forte l'Udinese anche nella ripresa e al 7' Walace fa sibilare un missile a fil di palo. Al 10' ancora Walace liberato in area da un effervescente Sema spara su Gollini. La spina nel fianco è il velocissimo Lasagna imprendibile per il reparto arretrato degli ospiti. Per vedere la prima conclusione dell'Atalanta bisogna aspettare
il 23' con un diagonale dell'altro ex di turno, Muriel: Musso respinge con difficoltà. Due minuti più tardi è lo stesso Muriel che riporta in vantaggio i suoi con una punizione magistrale dal limite: la palla si insacca all'incrocio dei pali. Una rete fondamentale per aprire gli spazi fino a quel momento intasati. Al 32' il duello si
ripete con Musso che vola per togliere dal sette un tiro al volo. Il colombiano è scatenato e al 34' fa doppietta con una rete di pregevole fattura: un bolide dal limite su cui il portiere dell'Udinese resta incenerito. Al 42' è Zeegelaar che pennella un cross per Lasagna che fa doppietta e mette i brividi alla banda di Gasperini.

LEGGI LA CRONACA

Guarda la classifica
Ultimo aggiornamento: 22:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA