Samp-Lazio, Immobile ha già segnato 17 reti ai blucerchiati: oggi cerca il gol dopo due turni a secco

Pedro ha già risolto i problemi alla caviglia, Luis Alberto subito titolare

Samp-Lazio, Immobile ha già segnato 17 reti ai blucerchiati: oggi cerca il gol dopo due turni a secco
Samp-Lazio, Immobile ha già segnato 17 reti ai blucerchiati: oggi cerca il gol dopo due turni a secco
di Valerio Marcangeli
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 09:01

Dirige le prove tattiche e sorride Sarri. Il tecnico si gode la sua Lazio compatta, concreta e capace di vincere anche senza i gol di Immobile. Alla fine è questa la vera notizia di queste prime tre partite ufficiali. Ciro dopo il gol decisivo contro il Bologna si è preso due giornate di pausa. Ci è andato solo vicino contro Torino e Inter, e ora la Sampdoria può iniziare a tremare. Già, perché contro i blucerchiati il numero 17 non fa mai sconti. Assieme al Genoa, l'attuale squadra di Giampaolo è la vittima preferita (15 gol) del miglior attaccante italiano in attività, all'inseguimento del cinque volte capocannoniere Nordahl. «Le persone si renderanno conto di quello che ho fatto solo quando smetterò di giocare», ha rivelato qualche giorno fa in un'intervista rilasciata all'amico Parolo.

Sampdoria-Lazio, ultima rifinitura a Formello: Pedro torna in gruppo, dubbi Sarri a centrocampo

Sarri si è invece accorto subito delle potenzialità del suo bomber e per questo gli ha cucito intorno una squadra con uno stile atto a esaltarlo: «Abbiamo un attaccante fortissimo nei movimenti in profondità, bisogna tenerne conto. Lui è uno che determina la stagione». Come dare torto al Comandante quando si parla di un calciatore capace di segnare 183 gol in 262 presenze dall'estate del 2016 e di strappare la Scarpa d'Oro a un fuoriclasse come Lewandowski. Per non farsi mancare nulla il capitano biancoceleste è pure a sole cinque lunghezze dalla top ten dei cannonieri all time della Serie A. Quale avversario migliore perciò per riprendere la rincorsa se non la Sampdoria? Oggi Ciro tornerà in uno stadio in cui ormai si sente come a casa. Negli ultimi due precedenti contro i blucerchiati ha segnato due doppiette e c'è da scommettere che voglia provarci di nuovo. Vlahovic ha già messo la freccia per vendicarsi della passata stagione. Per Immobile il numero 9 bianconero segnerà più di 20 gol, ma il titolo di re dei bomber dovrà contenderselo fino col campione in carica.


FORMAZIONE
Che stamani era presente come al solito alla rifinitura a Formello nella quale, prima di iniziare le prove tattiche, a sorpresa ha ritrovato al suo fianco Pedro. Altro recupero lampo da parte dell'esterno spagnolo che proprio non ce la fa stare lontano dal campo. Stavolta a tormentarlo è stata la caviglia sinistra, ma dopo un breve riposo eccolo tornare a sterzare sulla fascia. Sorride Sarri, estimatore da tempi non sospetti del classe '87 che però difficilmente verrà rischiato dal 1' contro la Samp. L'ex giallorosso dovrà frenare la voglia di colpire per la prima volta i blucerchiati da quando è in Italia perché Felipe Anderson e Zaccagni saranno chiamati agli straordinari. Stesso discorso per Milinkovic che però potrebbe vedere sostituiti i vicini di reparto delle ultime due gare. Marcos Antonio scalpita per togliere il posto a Cataldi, mentre Luis Alberto pregusta l'esordio da titolare dopo la magia con l'Inter. Ai dubbi a centrocampo fa da contraltare la difesa. Sarri punterà ancora su Provedel tra i pali. Verso la conferma anche il quartetto arretrato formato da Lazzari e Marusic sulle fasce e Patric con Romagnoli al centro. Hysaj non è partito.

Lazio, Sarri si è adeguato ai giocatori: la sua squadra ha più equilibrio ma non ha perso qualità


ADDIO REGUILON
A Marassi la Lazio dovrà confermare quanto visto contro l'Inter e così, come all'Olimpico, anche al Ferraris i tifosi risponderanno presente. In 1412 infatti partiranno per Genova nonostante l'impegno infrasettimanale. Cresce l'attesa per i biglietti in ottica Napoli, frenati dalle determinazioni dell'Osservatorio e in arrivo in mattinata, mentre la società ha scelto per l'Europa League: niente abbonamenti. Intanto è ufficiale Reguilón all'Atletico Madrid, mentre il Lecce torna su Akpa Akpro assieme al Valencia. Acerbi attende l'Inter così come Siena e Virtus Francavilla cominciano a spazientirsi per un via libera della Lazio per Bertini che non arriva.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA