Roma-Leicester, le probabili formazioni: Oliveira favorito al posto di Mkhitaryan, Zaniolo con Abraham

Roma-Leicester, le probabili formazioni: Oliveira favorito al posto di Mkhitaryan
Roma-Leicester, le probabili formazioni: Oliveira favorito al posto di Mkhitaryan
di Stefano Carina
3 Minuti di Lettura
Giovedì 5 Maggio 2022, 08:19 - Ultimo aggiornamento: 19:42

«Non ho un altro Mkhitaryan». Diretto, senza fronzoli, in pieno stile Mourinho. La riflessione a voce alta di José è legata alla partita che attende questa sera la Roma. «Offensive», come si è augurato Rodgers alla vigilia, ma non è sicuro. A pensarci bene è la grande curiosità tattica della serata. Negli ottavi con il Vitesse si poteva gestire il vantaggio maturato in Olanda, contro il Bodo-Glimt ai quarti bisognava recuperare il 2-1 al Polo Nord. Stavolta si parte alla pari. Quale sarà la strategia, senza il Professore armeno, lo Special si affida a Cristante, suo metronomo personale in campo. Toccherà al centrocampista di San Vito al Tagliamento dettare i tempi. Se per quelli legati al contratto non ha fretta («Futuro? Penso solo alla gara con Leicester e speriamo in una finale. Dopo ci sarà tempo per vedere tutto») contro le Foxes dovrà alternarsi con Oliveira (favorito su Veretout) per innescare l'attacco.

Rinnovi e conferme

Per il portoghese è una partita cruciale: deve dimostrare di meritarsi al conferma. Non ancora certa (ci sono 13 milioni di buoni motivi in ballo) e legata sia al budget che avrà a disposizione Pinto in estate sia al prolugamento di Bryan. Perché se la Roma fosse costretta a scegliere, Mourinho non avrebbe dubbi. Magari a malincuore, ma la scelta ricadrebbe su Cristante. Lo ha fatto capire qualche settimana fa quando, saputo che l'agente del centrocampista - non avendo novità sul rinnovo (contratto scade nel 2024) - ha iniziato ad ascoltare alcune offerte (su tutte Siviglia, Juventus e Milan) è intervenuto a suo modo. Ossia, confermandolo pubblicamente. Il messaggio subliminale è arrivato al club. Così Pinto ha immediatamente stoppato ogni velleità di trasferimento, promettendo che al termine della stagione l'attuale ingaggio di 2,2 milioni sarà rivisto in alto. Dove vuole arrivare anche la Roma. Questa sera la formazione dovrebbe essere quella schierata nel primo tempo a Napoli: Zaniolo e Pellegrini dietro ad Abraham, con Lorenzo pronto a dare un aiuto in mediana e trasformare così il 3-4-1-2 in un più compatto 3-5-2.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA