Psg, Pochettino: «Col City sarà battaglia. Neymar? Felice perché libero di esprimersi»

Martedì 27 Aprile 2021
Psg, Pochettino: «Col City sarà battaglia. Neymar? Felice perché libero di esprimersi»

Una finale anticipata di Champions League, quella che si prepara tra Psg e Manchester City. Si preparano infatti a scendere alcuni dei maggiori talenti del calcio mondiale, da Neymar a De Bruyne da Di Maria a Foden senza contare Mbappé seppure in dubbio per la gara, ma anche quello tra due delle proprietà più potenti e ricche. Una partita che promette spettacolo e che vede, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, i Citizens favoriti per la gara di andata al Parco dei Principi.

Europa League, i boomaker hanno già scelto: lo United è favorito anche per la vittoria del torneo

Tra i protagonisti attesi c'è anche Mbappè, mentre in casa City, Aguero e Gabriel Jesus sono le punte di diamante dell'attacco di Guardiola. Di seguito le parole del ct del Psg Mauricio Pochettino in conferenza stampa.

In trasferta o in casa

"Per me non cambia niente. È il momento di giocare e sappiamo che sarà difficile: credo non sia importante se giochi prima in casa o fuori, abbiamo bisogno di giocare, di dare il massimo e arrivare in finale. Almeno nella mia esperienza in Champions è sempre andata così. Non credo che cambi molto (questa volta ndr.)".

Il Chelsea libera Sarri la Juve è più vicina

 

Ancora Guardiola

"Per me è soltanto una partita contro un'altra squadra, non è una battaglia personale. In questo caso, tra Paris Saint-Germain e Manchester City. Ci sarà battaglia tra due grandi squadre e - sicuramente - quando parli di Guardiola, si parla di uno dei migliori allenatori al mondo, se non addirittura il migliore. Lo ammiro molto, per tutto quello che ha realizzato nel corso della sua carriera. Non solo per i titoli che ha vinto, ma anche per l'eredità che sta costruendo nel mondo del calcio. Sono un allenatore che ama il calcio: cercheremo di competere e - di sicuro - di vincere. Perché obiettivamente è una partita tra due grandi club".

Guardiola alla Juventus? Il Manchester City smentisce: «Una corbelleria»

 

Foden come Mbappe

"Foden è un giocatore fantastico. Lo conosco molto bene sin da quando ero in Inghilterra. È un giocatore che ha un gran controllo. E ha molto talento: ha aiutato la squadra (il City ndr.) a vincere dei trofei. Hanno un grande staff, al Manchester City. Ma è difficile fare un paragone con Mbappe, perché sono due giocatori molto diversi, con caratteristiche molto diverse".

Neymar a suo agio a Parigi

"Credo che la domanda andrebbe rivolta a lui, non a me: bisognerebbe chiedere a lui perché è così felice. Il mio approccio naturale - come dite voi - è la professionalità e la disciplina, ma è anche importante permettere ai giocatori di fare quello di cui hanno bisogno. Non diamo attenzioni particolari a qualcuno. Trattiamo tutti allo stesso modo, con rispetto. Con lui si lavora bene perché è umile e accetta i consigli. Forse questa domanda dovrebbe essere rivolta a lui".

Inghilterra, Guardiola-Mou in finale di Coppa di Lega. Liga, doppio Messi e il Barcellona vince. Psg, Kean salva Pochettino al debutto

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA