Pirlo: «Cambiano gli interpreti, ma la Juve è sempre la stessa»

Sabato 21 Novembre 2020

Andrea Pirlo soddisfatto, ai microfoni di Dazn, subito dopo il 2-0 al Cagliari. "Era importante per la nostra crescita fare una partita del genere - dice il tecnico bianconero -. Gli interpreti possono cambiare ma il nostro modo di giocare deve rimanere lo stesso. Rientravano tanti giocatori dopo la sosta per le nazionali, siamo stati bravi fin dal primo minuto a dominare la partita". 

Pirlo analizza la prova dei suoi bianconeri: "Abbiamo tanti giocatori bravi a 'strappare', spesso il problema è ritrovare compattezza in fase di recupero. Abbiamo tanta qualità ma non basta, se vogliamo dominare le partite dobbiamo giocare a due tocchi e muovere la palla. Col possesso ci divertiamo, corriamo di meno, gestiamo la gara e cresciamo a livello di sicurezza. Arthur? Veniva da un campionato diverso, per le nostre 'uscite' è importante. E quando hai un campione come Ronaldo puoi raggiungere ogni risultato, è un esempio per tutti e deve solo continuare così".

Pirlo ha parole importanti anche per Dybala: "È una seconda punta e lo inseriremo nel suo ruolo ideale quando starà meglio. Ha preso qualche antibiotico per un vecchio virus, ma quando l'ho messo in campo è entrato nel modo giusto" 

© RIPRODUZIONE RISERVATA