Pagelle Spal-Roma, Zaniolo gol della pace, poi c'è bomber Peres

Mercoledì 22 Luglio 2020 di Alessandro Angeloni
foto Mancini

Pagelle Spal-Roma

SPAL 
LETICA 4
Due gol almeno sul groppone
TOMOVIC 5,5
Fatica su chiunque gli arrivi addosso
VICARI 5,5
Insicuro e fragile
FELIPE 5,5
Dal suo lato entrano Perez e Peres, non bene
SALA N.G. 
RECA 4
Un disastro 
DABO 6
Fa quel che può, l’ultimo ad arrenbdersi
VALDIFIORI 6,5 
Resta il più lucidi
TUNJOV NG
MURGIA 5,5
Fatica e conclude poco.
D’ALESSANDRO 6
Vive di guizzi, ma sempre pochi
DI FRANCESCO 6
Si dà da fare, anche con buoni propositi e una riuscita decente.
CERRI 7
Fa il gol del pareggio e si batte in mezzo all’area
PETAGNA 6
Porta un po’ di sostanza, ma è troppo tardi. Lo aspetta il Napoli
STREFEZZA 5 
Buona qualità ma inconcludente
CUELLAR N.G.
DI BIAGIO 5
Non era la sua squadra, nel finale viene anche espulso
 

 

ROMA
PAU LOPEZ 4,5
Parte in ritardo sul colpo di testa di Cerri. La gestione del pallone non è convincente, le uscite men che meno. Sembrava lì per caso. Nella ripresa non viene impegnato, il risultato era comunque in cantina.
MANCINI 6,5
Si alza spesso, quasi nell’area di rigore avversaria. Agita il pallone con lancioni da mediano, bravo anche nelle coperture. Attento, risparmiato nel finale. Regista.
SMALLING 6,5
Cerri gli crea qualche problema. Rientro buono, Chris è comunque disinvolto. Deve ritrovare la condizione, questo è ovvio ed evidente. 
KOLAROV 6
Nell’impostazione, nulla da dire. Idem quando lascia andare il sinistro, i tiri sono sempre pericolosi, vedi quello del gol, anche se Letica gli dà una bella mano. In fase difensiva, qualcosa va rivisto: sovrastato da Cerri sul gol dell’1-1.
BRUNO PERES 7,5
Difende poco, come al solito. Ma senza andare troppo in affanno. Davanti è pericoloso, veloce e intraprendente. Segna anche. Il primo gol da quando è qui, e poi il secondo (molto bello): marcatore numero 17. Terzino bomber.
CRISTANTE 6
I migliori tiri in porta della Roma, nel primo tempo, partono dal suo piede. Corre tanto e pressa, da buon polmone qual è. Garanzia. 
DIAWARA 6
Cuce il gioco e va spesso in anticipo nel recupero palla. In crescita (ulteriore). E Fonseca lo risparmia a metà ripresa.
SPINAZZOLA 6,5
Gioca da ala, come piace a lui. Sta volta può, davanti ha il nulla o quasi. Si diverte nell’uno contro uno e tante volte arriva a mettere dentro palloni interessanti, uno questi diventerà gol (Kalinic). Sostituito da Zappacosta a inizio ripresa.
CARLES PEREZ 7
Il gol è un gioiello, con un sinistro alla Under. Come a dire, esce uno ed entra l’altro e stiamo pari. Sedicesimo marcatore in campionato. Talento.
PELLEGRINI 6
L’assist a Kalinic, via Letica, lo fa sentire più vivo. 
KALINIC 6,5
Si avventa come un falco su un rimpallo e fa gol. Quello che sapeva fare e che per un po’ ha smesso di fare. Se è tornato davvero, ci fa solo piacere. Non giocava da Brescia, gol anche lì. Due di fila, diciamo, come quando giocava a Firenze ed era ancora un bomber considerato: nel 2017, contro Cagliari e Crotone. Apre la partita, insomma ed è un merito, ma in pratica fa solo quello.
ZAPPACOSTA 6
Entra subito, con una bella cavalcata vecchia maniera, nell’azione del gol di Bruno Peres. 
VILLAR 6
Mostra una buona visione di gioco.
ZANIOLO 6,5
In campo dopo infortuni e mille polemiche. Entra e abbraccia il suo “fustigatore” Mancini. Nella Roma - Nicolò ci sta bene, questo va detto. Il gol, non male, è la dimostrazione.
CETIN 6
Se ne andrà, per ora mette nelle gambe minuti e un minimo di esperienza in più. 
KLUIVERT NG
FONSECA 6,5
Il turnover paga, non ci sono controindicazioni: la Roma doveva vincere e vince (largamente), nel mezzo solo qualche piccola distrazione. La Roma fa passi avanti, per il gioco e per la condizione fisica del gruppo, in vista dell’appuntamento col Siviglia in Europa League. 
MANGANIELLO 6
Prestazione pulita, senza strappi.

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 01:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA