Roma-Sampdoria, pagelle: Dzeko alla Piedone, Diawara un disastro

Mercoledì 24 Giugno 2020 di Alessandro Angeloni
Roma-Sampdoria, pagelle: Dzeko alla Piedone, Diawara un disastro

Dzeko è un meraviglia, Pellegrini una garanzia; Peres non all’altezza, Diawara distratto. La Roma riprende con le solite certezze e con i vecchi equivoci. 

MIRANTE 6,5
Respinge su Depaoli ed evita il raddoppio doriano. Si ripete nella ripresa su Jankto. Il parabile non è un problema, per il resto ci vogliono miracoli e non è aria. Controlla quel che può, insomma. 

LEGGI ANCHE --> Roma-Sampdoria 2-1: Doppio Dzeko ribalta l'ex Ranieri in rimonta

BRUNO PERES 4,5
Su muove bene, specie in avvio. Poi affoga nei suoi difetti cronici: la fase difensiva non sarà mai il suo mestiere. 

SMALLING 5,5
Non mostra la vecchia disinvoltura, che lo ha reso leader della difesa. Fatica, senza mai convincere. 

IBANEZ 5,5
Si allontana da Gabbiadini senza provare a chiuderlo nell’azione del vantaggio. Un tentativo, forse, poteva anche farlo. L’esordio è così e così. 

KOLAROV 5,5
Si vede su qualche buon cross, ma attacca con poca continuità. Il palo, uno dei pochi guizzi. Da fermo.

DIAWARA 4
Piede troppo delicato e il retropassaggio diventa un assist per Gabbiadini, rischia il disastro totale a metà primo tempo quando cerca a tutti i costi di far raddoppiare la Sampdoria. Ecco, diciamo che l’inattività non gli ha portato beneficio alcuno. 

VERETOUT 6
Calvarese gli annulla un gol da favola. Non è tra i peggiori, anzi. Sembra il più lucido in mezzo al campo.

CARLES PEREZ 5,5
Sesta presenza in campionato, la prima da titolare. Qualche guizzo in avvio, prende pure qualche calcione, ma alla fine si intimidisce. Nella ripresa evapora subito. E’ giovane, (forse) si farà. 

PASTORE 5
Un paio di giocate delle sue, che provano ad accendere la serata. Gli manca continuità, si vede solo a sprazzi. 

MKHITARYAN 6,5
Le accelerazioni sono il suo forte, uno lo porta anche al tiro, che però gli viene stoppato in area. Le sue conclusioni sono tra le più pericolose. Non dà una grossa mano in fase difensiva. 

DZEKO 8
Audero deve avercela con lui: gli toglie due gol nei primi quindici minuti. Poi decide che per segnare serve la bellezza e ne fa: l’uno a uno è uno splendore, il 2-1 idem.Arriva a numero 104 con la maglia della Roma. Come Manfredini. Chiamatelo Piedone Edin.

ZAPPACOSTA 6
Tho, sembra un terzino vero. Il piede, tuttavia, va ancora misurato. L’inattività (non solo per il Covid) pesa. 

PELLEGRINI 7
Entra ed è subito assist per l’amico Edin. La Roma non può fare a meno di lui. 

CRISTANTE 6,5
La precisione non è il suo forte, la sostanza si.

UNDER NG

KALINIC NG

FONSECA 6
Formazione iniziale poco convincente: troppo sbilanciata e con molti problemi di equilibrio. Nella ripresa si ravvede: l’ingresso di Pellegrini dà maggiore qualità offensiva 

CALVARESE 6
Benino, ma il gol annullato a Veretout resta un punto interrogativo. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Giugno, 01:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA