Manchester United-Roma, pagelle: fulmine Karsdorp, in difesa si balla

Giovedì 29 Aprile 2021 di Alessandro Angeloni
Manchester United-Roma, pagelle: fulmine Karsdorp, in difesa si balla

MANCHESTER UNITED

DE GEA 6
Fa poco e quel che fa non lo fa benissimo. Si salva.
WAN-BISSAKA 6,5
Scende tanto e partecipa al secondo gol di Cavani
LINDELOF 5
Soffre nel primo tempo.
MAGUIRE 5
Si fa sconfiggere da Dzeko nel primo tempo, poi gli tiene testa.
SHAW 6
Spinge tanto ma spesso si fa sopredere da Karsdorp, sul quale ha la meglio solo nei minuti finali, con l’olandese boccheggiante. 
MCTOMINAY 6,5
In mezzo si fa sentire, nella ripresa sale in cattedra. 
FRED 6,5 
Qualità e giro palla veloce, il segreto dello United parte anche dai suoi piedi.
38’ ST MATIC N.G.
RASHFORD 5
Non si vede per niente, appare solo sulla palla da cui nasce il rigore su Cavani.
31’ ST GREENWOOD 6,5
Entra subito bene, anche un gol.
BRUNO FERNANDES 8
Eccezionale: due gol e due assist. Ovunque, con qualità immensa. 
44’ST MATA NG
POGBA 7
Parte male, poi diventa decisivo, con assist e gol.
CAVANI 7,5
E’ sempre il solito bombre, lo lasci solo un attimo e ti uccide. 
SOLSKJAER 6,5
Figlio di Fergusson, 14 anni dopo strapazza la Roma come lui.

 

 

ROMA

PAU LOPEZ 6
Si alza in volo su un tiro velenoso di Pogba, ma si fa male nell’atterraggio. La spalle esce, Pau ci pensa un po’, ma poi saluta. Arrivederci alla gara di ritorno. Forse, ma non è necessario. Tanto... 

SMALLING 5
Costretto a scalare spesso su Pogba, che lo fulmina in avvio e sul quinto gol. Perde la posizione e tiene in gioco Wan-Bissaka sulla seconda rete di Cavani. Nella ripresa perde la bussola. Arranca.

CRISTANTE 5
Tappa qualche buco, ma viene sorpreso anche lui nello scambio ad alta velocità sul vantaggio di Bruno Fernandes. Assente dall’area di rigore quando nella ripresa lo United impazza. Distratto.

IBANEZ 5
Si butta su ogni palla, che tante volte recupera ma non sempre gestisce bene, vedi ad esempio il regalo concesso a Cavani, che fallisce per un niente il 2-2. Partita di temperamento ma sporcata da qualche sciocchezza di troppo. Somigliano a due gol i salvataggi su Rashford e Cavani. Ma non bastano.

KARSDORP 6,5
Agile, continuo, per nulla impaurito anche se dalla sua parte va in scena il meglio dello United. Si procura il rigore, poi realizzato da Pellegrini. E poi continua a correre, su e giù, inventando palle gol e cedendo qualcosa a Shaw. Innocente.

VERETOUT NG
Esce dopo tre minuti, che dire: solo sfortuna.

DIAWARA 5
All’inizio sembra imbambolato, cresce dopo il primo gol di Bruno Fernandes. Gestisce il gioco anche con personalità, con la squadra in down comincia a perdere palloni di troppo, ingoiato dalla freschezza degli avversari. 

SPINAZZOLA 6,5
Si deve occupare di Rashford e non è proprio un compito facile, trova anche modo di colpire in avanti, protagonista dell’azione del 1-2. Poi abbandona. 

PELLEGRINI 6,5
Palla pesante, rigore segnato perfettamente. Nono gol in stagione. Assist per Dzeko, dal cuore dell’area per il 2-1. Da il meglio lì, poi cala anche lui. 

MKHITARYAN 6
Accende la luce trovando il guizzo con l’imbucata per il gol di Dzeko. Per quel che può, dà una mano ai compagni di fascia. Ma è tra i primi a crollare nella ripresa. Non al top.

DZEKO 6,5
Sesto gol all’Old Trafford (ottavo in totale allo United), 31esimo in Europa con la maglia della Roma (46 in totale). Edin è uno dei 4 giocatori ad aver segnato almeno 30 reti con una squadra italiana in competizioni europee. Gli altri: Del Piero (46 con la Juventus), Inzaghi (36 con il Milan) e Shevchenko (33 con il Milan).Lo zampino lui ce lo mette spesso, insomma. La ripresa la vive da isolato e di palloni ne vede pochi. Lascia i suoi record, nella serata pià triste. E andrà via (forse) senza vittorie.

VILLAR 5
Lucido nel servire Karsdorp, che va a ottenere il rigore dell’1-1. Solo confusione, poi. 

MIRANTE 5
Si scalda rimediando (su Cavani) in uscita a un errore grossolano di Ibanez. Respinge male e sui piedi di Cavani il tiro di Wan-Bissaka. Imperfetto anche sul 6-1.

PERES 5
A destra, lo United fa quel che vuole. 

FONSECA 5
In 37 minuti perde Veretout, Pau Lopez e Spinazzola. Una sfortuna nera. La squadra è eroica per un tempo, poi accusa la stanchezza nella ripresa. Ma il crollo, forse, era inaspettato. E inaccettabile. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 1 Maggio, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA