Pagelle Juventus-Roma, Calafiori piccolo gigante, Zaniolo show. Muratore a sprazzi

Sabato 1 Agosto 2020 di Alessandro Angeloni e Alberto Mauro
Le  pagelle di Juventus e Roma

JUVENTUS
SZCZESNY 6
Spiazzato dalla zuccata non irresistibile di Kalinic da 2 metri. Nella ripresa bei riflessi su Kalinic dal limite e su Perotti da fuori
DANILO 5
Dalla sua parte la Juve soffre, il tocco di ginocchio su Calafiori causa il rigore dell’1-2, non legge il taglio del terzo gol di Perotti
RUGANI 4
Responsabilità diretta sul primo gol, come a Cagliari: la sua marcatura su Kalinic è in linea col distanziamento sociale.
BONUCCI 5,5
Nessuna svista clamorosa, ma si vede poco. In partite come queste la sua personalità deve fare le differenza, con Rugani c’è poca sintonia probabilmente anche per caratteristiche tecniche. Nel finale Martusciello lo fa riposare.
FRABOTTA 6
Esordio assoluto con la maglia della Juventus, alla mezz’ora sfiora il gol con un missile mancino. Ci mette voglia, non sfigura e lotta fino al 90’ (chiude coi crampi).
RABIOT 6
Assist delizioso per Higuain e qualche guizzo di personalità, esce nella ripresa in ottica Lione.
MURATORE 5,5
Uno dei pochi a salvarsi a Cagliari, riconfermato da Sarri anche contro la Roma. Partita di sostanza senza squilli ma con equilibrio.
MATUIDI 5
Gli manca la scintilla, non è più travolgente. Fa legna ad autonomia limitata. In grandissima contro Zaniolo.
BERNARDESCHI 4,5
Ci mette impegno ma manca il resto. Incide solo con il corner che porta al vantaggio di Higuain.
HIGUAIN 6,5
Manca Ronaldo? La sblocca lui dopo 5 minuti, sfruttando un corner di Bernardeschi, allungato da un tocco di Rabiot. Il Pipita ha voglia, si vede dai movimenti. 
ZANIMACCHIA 5,5
Sostituisce un certo Ronaldo, non ha ancora gli automatismi e il ritmo da prima squadra, ma è interessante in prospettiva
RAMSEY 6
Entra a gara compromessa, un bello spunto che si spegne sul palo e una bordata alta di poco.
DEMIRAL 5,5
Torna in campo esattamente a un girone di distanza dall’infortunio, proprio contro la Roma. Una buona notizia per Sarri, anche in ottica Champions.
PINSOGLIO NG
OLIVIERI 6 
VRIONI NG
MARTUSCIELLO (SARRI) 5
Partita poco indicativa, utile per testare i giovani e gestire le risorse in vista del Lione. 

ROMA
FUZATO 6
Un esordio, tutto sommato, tranquillo. Gol di Higuain a parte.
FAZIO 6
Non giocava dall’11 luglio, a Brescia, eppure controlla bene, senza affanni. Un paio di uscite fuori tempo, ma che non producono situazioni devastanti. 
SMALLING 6,5
Elemento indispensabile per la Roma. Peccato doverne fare a meno. 
IBANEZ 6
Giovane, forte, etc etc. Qualità visibili a tutti. Ma il ragazzo ancora commette qualche errore di troppo: si distrae, è precipitoso nelle giocate. Deve crescere, insomma. E superare il muro dell’inaffidabilità. 
ZAPPACOSTA 5,5
Solite sgroppate senza troppa qualità nella scelta finale e una distrazione fatale in area (gol di Higuain). 
CRISTANTE 6,5
Tocca moltissimi palloni, sbagliando pochissimo. Si allena.
VILLAR 6,5
Se ne sta sulle sue, e all’improvviso, ecco un lancio libera tutti o una giocata che fa la differenza. Merita attenzioni.
CALAFIORI 7
Poco importa se la partita non ha un senso: ma esordire contro la Juve (che gli fa la corte) dopo aver rischiato di non giocare più a pallone, è giù un grande traguardo. Mettici poi, che ti viene annullato un gol pazzesco e sei il protagonista del rigore che porta in vantaggio la Roma. Dai vecchi incubi al sogno. Auguri, ragazzo. 
ZANIOLO 7
Fa sempre qualcosa di interessante, di geniale, come l’assist al bacio per Perotti dopo una fuga in solitaria. Roba per pochi. Cresce anche fisicamente. Spera in Duisburg e in Fonseca... 
PEROTTI 8
Protagonista. Per aver calciato l’angolo che ha invitato alla torsione vincente Kalinic e quello che ha portato alla rete (annullata) di Calafiori. Poi, suoi il rigore del 2-1 e la rete del 3-1. Non segnava dalla gara di andata. Non era così decisivo da un bel po’. 
KALINIC 7
Gol alla Juventus dopo quello alla SPAL, la doppietta nella trasferta di Cagliari ed l rete al Brescia, per lui sono ora in tutto 38 le reti in 114 presenze in Serie A. Chissà, magari, si s’è svegliato in tempo per restare.
UNDER 6
Si accende subito da trequartista. 
JUAN JESUS 6
Chi si rivede: messo in vetrina.
SANTON 6
Copre bene. 
PERES 6
Dimostra di essere in buona condizione. 
KLUIVERT NG
FONSECA 7,5
Vittoria che non serve (ma è il primo ad aver vinto allo Stadium), ma è utile in vista della Coppa. La squadra sta bene. 
ROCCHI 6
Arbitra una specie di amichevole e dà un rigore che ci stava. Finisce qui. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA