Pagelle Juve: De Ligt, prova d'autore. Ronaldo, Dybale e Higuain sono tre tenori

Sabato 27 Giugno 2020 di Alberto Mauro
Szczesny 6:
Una parata centrale a mezz’altezza (Mancosu) e due brividi nel primo tempo su Rispoli e Tachtsidis.
Cuadrado 6:
Un paio di errori gratuiti e ingenui in avvio, grave il retropassaggio che innesca la conclusione di Mancosu, poi si assesta
De Ligt 7
Sta diventano il valore aggiunto di una difesa ancora inviolata dalla ripartenza. Il gol del 4-0 è l’accento su una prestazione maiuscola
Bonucci 6,5
Attento, di fisico e di esperienza. Movimenti e posizionamento perfetti
Matuidi 5,5
Fa quello che può, in un ruolo non suo, ma corre e si sovrappone con grande generosità. Patisce Petriccione in avvio
Bentancur 6,5
Il più solido là in mezzo. Sradica palloni e fa ripartire azioni, la mezz’ala che serviva alla Juve (23’ st Ramsey ng)
Pjanic 5,5
Rischia di salutare la Juventus con una prova incolore. Nessun errore clamoroso, ma compitino e freno a mano
Rabiot 5 Fa poco e con sufficienza. Un tiro da fuori ma sembra ancora fuori dai meccanismi della Juve
(7’ st Douglas Costa 6,5 Entra, crea scompiglio e alza il ritmo)
Bernardeschi 5
Ottimo a Bologna, confuso e fuori giri contro il Lecce. Non entra in partita (33’ st Muratore ng),
Dybala 7
Apre la partita con una perla balistica mancina stile Bologna. Intelligenza tattica e tecnica cristallina, là davanti può giocare ovunque.
(33’ st Higuain 7 Entra e segna, iniezione di fiducia)
C. Ronaldo 7
Un gol su rigore e due assist, il secondo di tacco. Cresce partita dopo partita, sta tornando decisivo come sa
All. Sarri 6,5
Irretito dal gioco di Liverani nel primo tempo, in emergenza a sinistra e a centrocampo (con un Pjanic con la testa probabilmente già a Barcellona) tiene duro e la vince sui 90 minuti, anche grazie ai cambi decisivi. Ultimo aggiornamento: 00:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA