Napoli, la grinta di Spalletti: «L'incantesimo non si è rotto, ma contro la Fiorentina serviranno forza e qualità»

Sabato 2 Ottobre 2021 di Pasquale Tina
Napoli, la grinta di Spalletti: «L'incantesimo non si è rotto, ma contro la Fiorentina serviranno forza e qualità»

NAPOLI - Cancellare la sconfitta in Europa League. E’ questo l’obiettivo del Napoli che domani pomeriggio (inizio alle 18) sarà atteso da un esame importante contro la Fiorentina. Luciano Spalletti è convinto di aver cancellato le scorie dopo il ko contro lo Spartak Mosca: “Abbiamo analizzato la partita. Purtroppo la differenza tra una gara dominata e una sconfitta può essere sottile. Per noi non è stato difficile giocare in 10 uomini e alcuni episodi ci hanno condannato. Qualcuno parla di incantesimo rotto, in realtà dobbiamo soltanto disputare una prestazione di forza e qualità per fare bene contro un grande avversario. Italiano merita i complimenti. Il primo tempo disputato contro l’Inter è stato praticamente perfetto, al di là della sconfitta finale. La dimensione della Fiorentina è questa. Lo stadio Franchi ospiterà tanta gente. I tifosi del Napoli e della Fiorentina possono anche odiarsi, ma sono accomunati dall’amore viscerale per le loro squadre. Meglio, dunque, pensare soltanto ad incitare che sprecare energie negli insulti”.

LE SCELTE DI SPALLETTI 

Toccherà al miglior Napoli. Rientrano Ospina (“Lui e Meret sono due portieri forti, deciderò in base a quello che mi mostrano”), Rrahmani, Anguissa e Lozano. Sarà il messicano a completare il tridente con Osimhen ed Insigne: “Dobbiamo sfruttare meglio certi episodi. Osimhen, ad esempio, deve farsi trovare al posto giusto, al momento giusto. A volte preferisce ancora correre troppo con il pallone”. Tornano tra i convocati pure Mertens e Ghoulam: “Stanno bene. Il Napoli non può dipendere soltanto da due o tre calciatori, ma da tutti. Le statistiche dimostrano che i risultati dipendono soprattutto da chi subentra”. Spalletti avrà bisogno di tutto l’organico soprattutto a gennaio, quando comincerà la Coppa d’Africa e perderà Osimhen, Anguissa, Koulibaly e quasi certamente Ounas: “Sono accanto alla battaglia di De Laurentiis, le nazionali a volte danneggiano i club. Comunque abbiamo fatto i nostri calcoli e riusciremo ad essere competitivo”.

PROBABILE FORMAZIONE
NAPOLI (4-3-3): 25. Ospina; 22. Di Lorenzo, 13. Rrahmani, 26. Koulibaly, 6. Rui; 99. Anguissa, 8. Fabian, 20. Zielinski; 11. Lozano, 9. Osimhen, 24. Insigne. In panchina: 1. Meret, 12. Marfella, 44. Manolas, 5. Juan Jesus, 2. Malcuit, 31. Ghoulam, 4. Demme, 7. Elmas, 14. Mertens, 33. Ounas, 37. Petagna, 21. Politano. All.: Spalletti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA