Al Milan bastano 45' contro il Venezia: decisivi i cambi di Pioli per il 2-0 firmato Diaz e Hernandez

Mercoledì 22 Settembre 2021
Milan-Venezia in diretta alle 20.45 LIVE: probabili formazioni, orario e dove vederla

Il Milan tira un sospiro di sollievo, batte il Venezia e aggancia l’Inter in testa alla classifica. Ma non è facile per la squadra di Stefano Pioli avere la meglio sui veneti, che per oltre un’ora intrappolano la creatività dei rossoneri. Il Diavolo si perde in fraseggi inutili senza mai trovare un varco nella difesa avversaria. In quelle poche volte che il Venezia si distrae, il Milan fa peggio e sbaglia. Nel primo tempo, le uniche iniziative sono di Kalulu, uno dei migliori in campo. Il francese prima fraseggia con Rebic e calcia sul fondo, poi serve un’ottima palla gol a Florenzi, ma l’ex giallorosso di testa manda fuori. Il Venezia non si scompone. Anzi, resiste. Quando sbaglia, a inizio ripresa, ci pensa Brahim Diaz a divorarsi un gol incredibile. Pioli corre ai ripari e inserisce – oltre a Tomori per Gabbia – anche Theo Hernandez per Ballo-Touré e Saelemaekers per Florenzi. Passano 9’ e arriva il gol. Nasce tutto da un’apertura meravigliosa di Bennacer, tocco di Theo Hernandez e gol di Brahim Diaz. Da qui è tutto in discesa e arriva il raddoppio, ancora di Theo Hernandez. Stavolta il Diavolo tira un sospiro di sollievo e può festeggiare l’aggancio all’Inter in vetta.

 

 

Milan-Venezia, la cronaca della partita

SECONDO TEMPO

94' Sul finale, il Venezia prova a fare il gol della bandiera. Calcio di punizione dalla distanza proibitiva di Aramu, ma Maignan è attento

91' Altra grande azione personale di Saelemaekers che va al tiro dalla media distanza col destro ma Maenpaa si distende e respinge il pallone sopra la traversa

82' Theo Hernandez, dopo l'assist, mette la firma anche sul gol del raddoppio arrivato con l'aiuto di Saelemaekers

80' Esce l'autore del gol Diaz ed entra Kessie. Per il Venezia, entra Tessmann ed esce Vacca, uno dei migliori in campo per i veneti

74' Entra Pellegri al debutto con la maglia rossonera per Rebic. Doppio cambio anche per Zanetti che punta su Mazzocchi e Okereke per Ebuehi e Johnsen

68' Brahim Diaz porta in vantaggio i rossoneri su assist di Theo Hernandez al primo vero tiro in porta

59' Triplo cambio per il Milan: escono Gabbia, Ballo-Touré e Florenzi, in campo Tomori, Theo Hernandez e Saelemaekers

56' Romagnoli si prende qualche rischio ma in scivolata riesce a chiudere bene in area su Henry

53' Doppio cambio per i veneti: escono Forte e Peretz ed entrano Henry e Crnigoj

52' Brahim Diaz tenta la conclusione al volo dal limite dell'area, ma la palla finisce lontano dalla porta

50' Tonali dalla distanza, la palla finisce al lato

46' Si riparte dallo 0-0 a San Siro tra Milan e Venezia

 

 

 

PRIMO TEMPO

45' Forte non impatta a pochi passi dalla porta, dopo un bell'angolo di Aramu e una spizzata pericolosa sul primo palo, a tagliar fuori la difesa del Milan

37' Il Milan costruisce bene sulla destra e arriva al cross con Kalulu. Bell'inserimento di Florenzi, ma il suo colpo di testa non centra la porta

31' Kalulu dopo essersi divorato l'avversario e la fascia manda di poco al lato la palla che avrebbe portato il Milan in avanti

29' Florenzi si coordina e prova a chiudere sul secondo palo un cross al bacio in area, ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta

25' Il primo ammonito della gara è Francesco Forte per fallo su Gabbia

25' Dal corner di Sandro Tonali nasce la prima vera occasione della partita per il Milan: Ante Rebic spara alto di testa

18' Azione in ripartenza del Venezia con Johnsen che viene fermato dalla retroguardia del Milan al limite dell'area

5' Il primo squillo della gara è dei rossoneri con Rebic, che solo davanti al portiere avversario spara alto sopra la traversa

1' Pezzutto dà inizio alla gara tra Milan e Venezia

 

Milan-Venezia, le formazioni ufficiali

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Gabbia, Romagnoli, Ballo Touré; Tonali, Bennacer; Florenzi, Brahim Diaz, Rafael Leao; Rebic. All. Stefano Pioli

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Ebuhei, Caldara, Ceccaroni, Molinaro; Peretz, Vacca, Busio; Aramu, Forte, Johnsen. All. Paolo Zanetti.

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 19:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA