Milan-Roma 3-1, le pagelle: favola Messias. Ibanez-Vina, che disastri

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Luca Uccello e Francesco Balzani
Milan-Roma 3-1, le pagelle: favola Messias. Ibanez-Vina, che disastri

Milan-Roma 3-1, le pagelle del match di San Siro.

 

PAGELLE MILAN di Luca Uccello

MAIGNAN 7 Una parata su Zaniolo poi quella doppia su Abraham valgono tutto il suo ingaggio e una grande vittoria

FLORENZI 6 Il suo passato, la sua squadra gli fanno tremare sempre le gambe. Peccato per i fischi del suo ex pubblico e per quel palo su punizione (32’ st Conti 6: debutto stagionale)

KALULU 6,5 Gara difficile anche per lui ma la sua freddezza lo aiuta a uscire da ogni situazione a testa alta. Promosso a pieni voti

GABBIA 5 Una partita in continua sofferenza, contro chiunque. Come dice Paolo Maldini: “l'unica necessità di questo mercato è un difensore per sostituire l'infortunio di Kjaer”. Serve in fretta…

THEO HERNANDEZ 6 Dalla sua prima conclusione nasce il vantaggio rossonero. Un po’ troppo nervoso…

TONALI 7 Leader assoluto del centrocampo rossonero. Da lui non si può più prescindere. Serve sempre, anche con una gamba sola.

KRUNIC 5 Non è Frank Kessie e in mezzo al campo si sente e tanto (19’ st Bakayoko 5: esordisce con un liscio poi ci mette solo il fisico)

MESSIAS 7 Un altro gol e nemmeno troppo facile. La sua favola continua con tante altre giocate da applausi

BRAHIM DIAZ 6 Prende una traversa da paura. Per il resto fa tutto Messias (43’ st Maldini ng)

SAELEMAEKERS 6 Solita tanta corsa e sacrificio per il bene del Milan (19’ st Rafael Leao 6,5: Entra e segna il gol della sicurezza)

GIROUD 6,5 Torna al gol. E poco importa se solo dagli undici metri. Per un attaccante conta buttarla dentro e lui ci è riuscito. Il palo colpito è un assist perfetto per Messias… (32’ st Ibrahimovic 6: Tocca un pallone ed è subito un assist vincente. Dal dischetto invece sbaglia ancora una volta. Maledizione)

PIOLI 7 Più forti dell’emergenza, più forti di tutti. Aspettando l’Inter, il Milan di Stefano Pioli torna a meno uno. Segna tre reti, prende tre pali. Se serviva un segnale alla ripresa c’è stato e di prepotenza

 

 

 

PAGELLE ROMA di Francesco Balzani

RUI PATRICIO 7 Trema per tre legni e impreca contro i compagni per gli errori difensivi. Poi fa il suo parando alla grande il rigore inutile di Ibra

MANCINI 4,5 Difficoltà in impostazione e nel mutuo soccorso verso i compagni in difficoltà, poi pure il rosso. Sembra appesantito dai cenoni dei giorni precedenti

SMALLING 6 Prova a immunizzare Giroud, ma non è supportato dal suo staff. Resta fieramente in piedi fino all’infilata decisiva di Leao

IBANEZ 4 Potrebbe scrivere un focus sui black out nei momenti topici. Quello di ieri sera è imperdonabile

KARSDORP 5 Duello a fiamma viva con Theo Hernandez. Finisce con un rosso e troppo nervosismo

VERETOUT 5,5 Ancora un mezzo flop. Tanta frenesia, tanto sudore e tanti errori. Non basta la buona volontà (71’ Cristante sv)

PELLEGRINI 6 Prova ad accendere le luci giallorosse a San Siro ma si trova nel suo habitat solo nella ripresa. Quando le energie vengono meno (71’ Felix 5,5: strappi, troppo lontano dalla porta)

MKHITARYAN 6 Prova ad alzare il livello ma fatica troppo contro la mediana rossonera. E’ comunque quello che fa uscire più spesso la patata bollente dalla metà campo trovando pure i guanti di Maignan

VINA 5 Con Ibanez sembrano Cochi e Renato. Messias lo porta a spasso per tutto il match (71’ El Shaarawy 5,5: stanco)

ZANIOLO 5,5 In potenza. Nel senso che sembra stia per spaccare il mondo ma poi si inceppa sul più bello. A volte per errori suoi, a volte per arbitri disattenti

ABRAHAM 6 Carbone amaro quando allarga il braccio sul dubbio rigore, dolcetto di consolazione quando devia in porta il tiro di Pellegrini (76’ Shomurodov sv)

MOURINHO 5,5 Approccio da Dolce Natale, poi la Roma si riprende ma paga i consueti errori: individuali, arbitrali, generali.

Ultimo aggiornamento: 20:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA