Lazio-Verona 3-3, le pagelle: Felipe Anderson al centro di tutto (7,5), per Cabral primo gol laziale (7)

Sabato 21 Maggio 2022 di Andrea Sorrentino
Lazio-Verona 3-3, le pagelle: Felipe Anderson al centro di tutto (7,5), per Cabral primo gol laziale (7)

STRAKOSHA 6
Esitazione fatale sul gol di Simeone, esco non esco ed è gol. Poi un paio di disimpegni coi piedi in versione Babbo Natale: regali agli avversari. Un po’ il compendio dei suoi difetti. Ma nel st salva su Caprari
LAZZARI 7
Duello ruvido con Lazovic, tra manate, schiaffetti e sgambetti a gran velocità. Ma prevale lui, scende sulla fascia con lucidità, assiste Basic alla fine del primo tempo, è appassionato anche nella ripresa

LUIZ FELIPE 5,5

Abbatte Simeone con brutalità e rischia il rosso. Poi si assesta e limita gli sbandamenti. Ma termina l’avventura nella Lazio tra i fischi, e rimanendo sotto la doccia nell’intervallo, insalutato ospite
ACERBI 6
Sbanda spesso in avvio, come nell’azione dello 0-2, quando sale male su Lasagna. Poi va meglio, e prende un palo nel st. Stagione difficilissima per lui: non si è mai davvero adattato a Sarri, e ha patito il disagio, fino alla rottura con la curva. Que serà?
MARUSIC 5,5
Perde anche lui il Cholito sul primo gol. Rimarrà poco incisivo, non trova strade per spingere. Ha dato una qual solidità sulla sinistra, ma dovrà crescere tecnicamente 
MILINKOVIC-SAVIC 6,5 
Prima parte svogliata, poi sale di ritmo, nella ripresa ispira e allunga, cerca la porta senza fortuna. Nessuno sa se rimarrà, se arriverà l’Offertona. Nel caso, sarebbe un peccato: un altro anno con Sarri lo completerebbe
CATALDI 6,5
Quando riesce a districarsi del pressing di Caprari, all’inizio fastidioso, comincia a sventagliare palloni interessanti, a recuperarne, e a calciare diversi corner efficaci.
BASIC 6
Si applica allo Schema ma non riesce ancora a interpretarlo bene. Ci si aspettava di più dai suoi progressi, che sono rimasti sotto traccia

FELIPE ANDERSON 7,5

E’ al centro di tutto. Assiste Cabral due volte, e la seconda è gol. Si occupa personalmente del 2-2, e provoca il 3-2 dopo un suo tiro ribattuto. Sempre ancheggiando leggero e felice, alla brasileira
J.CABRAL7
Vivacissimo, fa subito ammonire un avversario, poi segna il sorprendente suo primo gol laziale. In qualche modo entra anche nel secondo
ZACCAGNI 6
Gara sentita, da ex, e si infila negli spazi per provare a dare un senso. Lo picchiano abbastanza, lui prosegue. Ma in avvio di st si arrende alla caviglia ed esce
KAMENOVIC 5,5
Gioca i suoi primi minuti in maglia laziale, per un po’ sembra tenere, poi si mostra appannato nell’azione del 3-3
PEDRO6,5
Il caro Pedrito ci mette sempre la firma, e stavolta è quella del 3-2. Grande giocatore, peccato non possa più esserlo per 40 partite all’anno
SARRI6,5 
Una posizione più in alto dell’ultimo Inzaghi, con 4 punti in meno. La Lazio si è adattata con difficoltà a lui, e viceversa. Ora vedremo se ci sarà intesa sul mercato

 

 

Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 14:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA