Lazio-Inter 3-1, le pagelle: Milinkovic in cattedra, Felipe Anderson e la rivincita su Inzaghi. Dzeko generoso, Skriniar va in confusione

Sabato 16 Ottobre 2021 di Enrico Sarzanini
Lazio-Inter 3-1, le pagelle: Milinkovic in cattedra, Felipe Anderson e la rivincita su Inzaghi. Dzeko generoso, Skriniar va in confusione

Lazio-Inter 3-1 nell'ottava giornata della serie A: le nostre pagelle.

 

La pagelle della Lazio 

Reina 6,5

Reattivo sul tiro dalla distanza di Perisic potente ma centrale, per il resto si tratta di ordinaria amministrazione.

 

Marusic 6

Nel primo tempo lascia spesso vuota la sua zona di competenza una manna dal cielo per Dimarco che può rifornire gli attaccanti nerazzurri, molto meglio nella ripresa.

 

Luiz Felipe 6,5

Provvidenziale nella ripresa a togliere un paio di palloni pericolosi dalla zona rossa, nel finale lotta con il coltello tra i denti. Si becca un rosso ingiusto a matc finito per aver abbracciato ironicamente l'amico Correa.

 

Patric 7

Il migliore in difesa sicuro e sempre sul pezzo è da un suo colpo di testa che nasce l'azione del rigore che regala il pareggio alla Lazio.

 

Hysaj 5

Falsa partenza prima si fa sovrastare da Dzeko poi sbaglia un paio di passaggi facili facili e infine regala il rigore all'Inter. (21' st Lazzari 6,5: entra con i giri giusti quelli che servono per ribaltare la gara).

 

Milinkovic 7

Nel primo tempo si limita al compitino ma nella ripresa sale in cattedra e nel finale chiude i giochi con un'incornata che vale il 3-1.

 

Leiva 6,5

Fa legna, tanta legna il classico lavoro sporco che non si vede ma che è prezioso alla causa biancoceleste. (40' st Cataldi, sv )

 

Basic 6,5

Sfiora il pareggio con un tiro di prima intenzione sul quale Handanovic risponde presente. Ci riprova sul finire del primo tempo ma è impreciso. (21' st Luis Alberto 6,5: con lui in campo è tutta un'altra Lazio, al bacio il pallone per la testa di Milinkovic che chiude i giochi).

 

Pedro 7

Sempre sul pezzo, trascina i compagni da subito e poi si trova a meraviglia con Felipe Anderson. Non molla mai nemmeno nei momenti più difficili. (30' st Zaccagni 6,5: polmoni al servizio dei compagni).

 

Immobile 7

Inzaghi lo conosce bene e per questi gli costruisce una gabbia attorno che lo disinnesca totalmente ma è dal dischetto che trova il pareggio e la rete numero sette. Sua anche metà rete del vantaggio.

 

Felipe Anderson 7,5

Parte in sordina ma impiega pochi minuti a spadroneggiare sulla fascia ma è solo contro tutti e non può davvero fare di più. Regala la vittoria alla Lazio con una rete contestatissima. (40' st Akpa Akpro, sv).

Sarri 8

La sua mano inizia vedersi sempre di più, vince questa gara con i cambi giusti. Dopo la Roma regola anche l'Inter per 3-1, un segnale importante per le avversarie.

 

Le pagelle dell'Inter

 

Handanovic 6

Bravo sul tiro di prima intenzione di Basic che respinge con determinazione, può davvero poco sulle tre reti biancocelesti.

 

Skriniar 5,5

Nel primo tempo toglie a Basic la palla del possibile pareggio ma nel finale va in confusione e consente a Milinkovic di chiudere il match.

 

De Vrij 5,5

Non sbaglia praticamente nulla nonostante i fischi dei suoi ex tifosi accompagnino ogni sua giocata ma nel finale naufraga con tutta la difesa.

 

Bastoni 5,5

Segue Anderson come un'ombra, parte bene piano piano va in affanno e nella ripresa la tocca di mano regalando il rigore alla Lazio. (21' st Dumfries 5,5: tanta grinta ma poca sostanza)

 

Darmian 6

Ha molti spazi davanti a lui anche se non li sfrutta sempre al meglio.

 

Barella 6,5

Lesto ad anticipare Hjsay quel tanto che basta per procurarsi il rigore che porta in vantaggio i nerazzurri. (40' st Chalanoglu, sv)

 

Brozovic 6

Il suo è un primo tempo praticamente perfetto ma quando nella ripresa all'Inter si spegne la luce si esaurisce anche lui.

 

Gagliardini 5

Provare a fermare uno come Milinkovic Savic può diventare un'impresa: ci prova ma alla fine ne esce davvero male. (21' st Vecino 5,5: va subito in affanno).

 

Dimarco 6

Soprattutto nei primi 45' minuti gestisce al meglio gli spazi che gli si presentano ma nella ripresa, complice il ritorno della Lazio, deve arretrare.

 

Dzeko 6

Gioca molto per i compagni anche perché ingabbiato dai centrali biancocelesti. Generoso ma poco efficace sotto porta. (dal 30' st Martinez sv)

 

Perisic 5,5

Prova a sorprendere dalla distanza Reina con una staffilata ma trova Reina pronto, si tratta dell'unico acuto di una gara sotto tono. (21' st Correa 5: non sposta nulla)

 

Inzaghi 5,5

Ritorno amaro per il tecnico questa volta i suoi cambi l'hanno decisa al contrario perchè fanno perdere all'Inter equilibrio e stabilità.

Ultimo aggiornamento: 20:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA