Juventus-Malmoe 1-0, le pagelle: Kean finalmente decisivo, Bernardeschi incide

Juventus-Malmoe 1-0, le pagelle: Kean finalmente decisivo, Bernardeschi incide
di Massimo Sarti
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Dicembre 2021, 20:55 - Ultimo aggiornamento: 21:29

La Juventus batte 1-0 il Malmoe e a sorpresa finisce prima nel girone di Champions, complice il pari 3-3 tra Chelsea e Zenit, con il gol finale dei russi all'ultimo secondo.

LE PAGELLE

PERIN 6 Debutto assoluto in Europa per il portiere. Assai attento nelle poche occasioni in cui viene impegnato.

DE WINTER 6 Il belga, a 19 anni e 171 giorni, è il più giovane di sempre nella Juve a partire titolare in Champions. Non demerita, anche se Allegri lo vorrebbe più intraprendente (26' st De Sciglio 6 ng).

BONUCCI 6 Puntuale nelle chiusure, anche se l'attacco del Malmoe non procura insidie. Il problema maggiore? Una pallonata sul volto.

RUGANI 6 Sfrutta una delle poche occasioni stagionali con un colpo di testa bloccato da Diawara e con una prestazione senza sbavature.

BERNARDESCHI 6,5 L'assist di esterno sinistro è un dolce cioccolatino che Kean scarta al meglio. Alterna la posizione di esterno a quella di trequartista (37' st Cuadrado 5,5: buona opportunità sparata alle stelle).

BENTANCUR 6 Tatticamente fa il percorso inverso rispetto a Rabiot scambiandosi la posizione con il francese. Ci prova a giro: palla alta (45' st Miretti ng).

ARTHUR 6 La palla tra i suoi piedi è in cassaforte, anche se è difficile vederlo verticalizzare. Un suo tiro sfiora il palo.

RABIOT 6,5 Parte da mezzala destra, poi torna a sinistra. Un suo sinistro si spegne sull'esterno della rete. Nella ripresa si fa notare per alcuni strappi efficaci.

ALEX SANDRO 5,5 Meno volate del solito sulla sinistra.

DYBALA 6 In 45' tocca tantissimi palloni cercando di illuminare il gioco, con alterne fortune (1' st Morata 6: corre molto come al solito e cerca di giocare per i compagni).

KEAN 7 Prima sfiora il gol di destro, poi insacca di testa anticipando Diawara per il suo primo gol in Champions con la Juve. È pericoloso anche nella ripresa, sfiorando in più occasioni il raddoppio. Segnali di progresso rispetto alle ultime uscite (45' st Da Graca ng).

ALLEGRI 6 La sua Juve non soffre, ma è anche vero che non chiude il match con il Malmoe. Il resto è un regalone dello Zenit. Juventus prima nel girone. Una gran cosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA