Juve, Agnelli: «Ci prendiamo qualche giorno per una riflessione, Ronaldo resta»

Sabato 8 Agosto 2020
 «Abbiamo ottenuto un grande risultato col nono campionato. - ha detto Agnelli - Sarri è arrivato dalle categorie più basse fino alla vetta d'Italia. La pagina scritta da Maurizio Sarri è stata storica in Italia. In Champions è deludente per noi, per i giocatori, per i tifosi. Se prima avevamo un sogno, ora abbiamo un obiettivo ed è la Champions League. Uscire in questo modo ci deve lasciare delusi. Ci prenderemo qualche giorno, faremo valutazioni complessive, con un rinnovato entusiasmo. Con o senza l'allenatore? Certo: la Juventus ha questi obiettivi da onorare, in casa e all'estero. Dobbiamo ripartire con rinnovato entusiasmo, senza, però, dare per scontato che si vinca in Italia». 

«Il bilancio si fa con allenatore, staff, non ci si può focalizzare solo sull'obiettivo mancato - le parole di Agnelli - Una stagione è fatta di più obiettivi, per questo dico agrodolce. Faremo valutazioni su come ritrovare entusiasmo per la prossima stagione con voglia di vincere in tutti i campi».

Ma se la valutazione sull'operato di Sarri portasse ad una bocciatura del tecnico, chi potrebbe essere il sostituto? Alla Juve piace da sempre Simone Inzaghi della Lazio, ma che Lotito difficilmente lascerà partire, oppure Mauricio Pochettino, ex allenatore del Tottenham. Il dopo Sarri forse è già  cominciato. Ultimo aggiornamento: 09:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA