Inter, giallo sulla tv di Suning: l'ombra di Messi sul Duomo. Ma c'è chi si indigna

Martedì 28 Luglio 2020 di Salvatore Riggio
Messi proiettato sul Duomo (Twitter)
Inter-Messi, una trattativa mai nata. Per ora. In realtà, al Barcellona sono ottimisti: la Pulce rinnoverà il contratto in scadenza il 30 giugno 2021. Nonostante i tanti malumori dell’argentino, che partono dal mancato ritorno di Neymar in Catalogna alla debacle nella Liga con il titolo vinto dagli acerrimi rivali del Real Madrid. Vero che nel calcio mai dire mai, visto anche il trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus nel 2018. A Suning, in realtà, fa comodo che se ne parli. Tanto che per promuovere la visione in Cina del match di stasera, quello tra nerazzurri e Napoli (ore 21.45), la tv ufficiale del gruppo ha mostrato l’ombra di Messi esultante, proiettata sulla facciata del Duomo, il simbolo di Milano, rilanciata su Twitter. Nessuna smentita. A parte quell’ad Beppe Marotta che l’aveva definita voce da «fantacalcio». Questa iniziativa ha diviso il tifo nerazzurro a metà. C’è chi sogna il grande colpo e l’approdo di Messi all’Inter; chi invece si è sfogato indignato: «Basta prese in giro», ricordando anche il caso Modric, che due estati fa sembrava potesse sbarcare alla Pinetina, ma che invece è rimasto sempre al Real Madrid di Zinedine Zidane. Queste voci su Messi in nerazzurro sono nate qualche giorno fa perché il padre dell’argentino, Jorge Horacio, ha preso casa nel capoluogo lombardo, in zona Porta Nuova, a due passi dalla nuova sede interista. In Spagna raccontano che lo abbia fatto per trasferire in Italia residenza e la gestione economica del figlio (che lui amministra). In questo modo, infatti, la Pulce potrà godere dei benefici fiscali previsti dal decreto Crescita per chi dopo anni all’estero sceglie il nostro paese. E Suning si diverte ad alimentare le voci. Senza mai smentire o iniziare una trattativa. Per ora.
  Ultimo aggiornamento: 15:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA