La Juve non si ferma, Genoa travolto 3-1 a Marassi: Sarri a +4 sulla Lazio

Martedì 30 Giugno 2020 di Marco Callai
La Juve non si ferma, Genoa travolto 3-1 a Marassi

Dybala, Cristiano Ronaldo, Douglas Costa. Tre squilli di risposta al messaggio lanciato all’ora di cena dalla Lazio. La Juventus va sul velluto in casa del Genoa con tre gemme incastonate nella prima parte di un agevole secondo tempo. Tutto questo dopo aver chiuso la squadra di Nicola nella tua trequarti per tutti i 45 minuti iniziali.

La musica, rispetto al faticosissimo 2-1 dell’andata (rigore decisivo di CR7 al 94’), è tutt’altra. Ci vuole il miglior Perin per non capitolare di fronte al tiro al bersaglio dalla distanza, con Bernardeschi e Cristiano in bella mostra. Masiello dirige la difesa rossoblù con esperienza, Soumaro respinge i numerosi affondi. La strategia difensiva, per quanto non sia particolarmente piacevole rimanere blindati a difesa del proprio fortino, è, effettivamente l’unica percorribile di fronte al possesso palla tambureggiante ispirato dall’inesauribile Pjanic. Oltre settanta per cento. E’ talmente tutto così vero che Nicola, di fatto, si consegna a Sarri quando prova a spostare in avanti il proprio baricentro con gli inserimenti di Lerager e, soprattutto, Sanabria.

Al 50’ la magia di Dybala: diagonale chirurgico dopo aver aggirato due avversari. Al 56’ la potenza e la velocità di Cristiano Ronaldo, a segno dalla distanza dopo aver usufruito di un errore di Masiello. Al 73’ Douglas Costa, dentro da pochi minuti per Bernardeschi, chiude definitivamente i conti con una soluzione morbida. Perin può solo girarsi e veder il pallone scender sotto il set. Tre minuti più tardi, Pinamonti renderà meno amaro il finale. La Juve conquista il terzo successo consecutivo dalla ripresa post Covid-19 e consolida il primato in classifica. Il Genoa resta al quart’ultimo posto, alla pari con i cugini della Sampdoria.

LEGGI LA CRONACA

Guarda la classifica

 

Ultimo aggiornamento: 1 Luglio, 06:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA