Donnarumma, strano caso: para il rigore decisivo ma non esulta

Lunedì 12 Luglio 2021
Donnarumma para il rigore decisivo e non esulta, ma poi viene sommerso dai compagni

Jorginho arriva sul dischetto, l'appuntamento con la storia è arrivato, il momento della verità. Sbaglia. Un popolo intero, quello italiano, vede già la propria gioia svanire in una notte magica londinese, in cui si è accarezzato il tetto più alto d'Europa. Oppure no. Perché in porta, la nostra Italia, quella che non ha mollato dall'inizio fino alla fine, c'è Gianluigi Donnarumma, uno dei portieri migliori al mondo, lo stesso che ha già parato il rigore a Jadon Sancho prima dell'errore dell'italo-brasiliano.

Italia campione d'Europa, vandali a Roma: semafaro divelto a Trastevere e alzato al cielo come una coppa

Un altro appuntamento con la storia. E passa dal piede di Bukayo Saka e dalle mani dell'ex Milan. Mani sante che arrivano e fanno scoppiare il cuore di gioia a tutti i tifosi italiani, incollati davanti a un televisore. Ma lui no, lui non ci crede di aver appena portato la sua squadra in trionfo, di aver appena vinto Euro 2020. Solo quando viene travolto dai suoi compagni, Donnarumma si rende conto di quello che ha fatto: Gigio, siamo campioni d'Europa! Anche (e soprattutto) grazie a te.

 

Ultimo aggiornamento: 17:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA