De Laurentiis: «Le squadre di città con 20.000 abitanti falsano la Serie A»

Il presidente del Napoli: «Ridurre il numero di squadre a 18 non risolve i problemi del campionato»

De Laurentiis: «Le squadre di città con 20.000 abitanti falsano la Serie A»
De Laurentiis: «Le squadre di città con 20.000 abitanti falsano la Serie A»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Febbraio 2024, 13:13

Aurelio De Laurentiis torna a far parlare di sé dopo le recenti di chiarazioni sul Bari. In città sono impazzate le polemiche contro la gestione del figlio del patron del Napoli, che oggi ha parlato ai membri del Napoli Club Parlamento. A questi, il presidente azzurro ha ammesso: «Non si salva la Serie A riducendo il numero di squadre. I club di città con 20.000 abitanti falsano il campionato. Ci sono due competizioni, quella della parte sinistra e quella della parte destra

«Bisogna resettare la Lega»

Il numero 1 del Napoli ha poi continuato: «Bisogna resettare la Lega. Poi resta sempre la questione extracomunitari. Le società devono poter essere i procuratori dei giocatori. Devo decidere io, non gli agenti.

Se ingaggio un ragazzo di 17 o 18 anni, non posso fargli soltanto cinque anni di contratto, ma devo essere libero di metterlo sotto contratto per sette-otto anni».

Infine, Aurelio ha parlato anche dei diritti tv: «La comunicazione cambia di continuo e l'estensione dell'assegnazione da tre a cinque anni non è una cosa positiva. Anche all'estero i contratti sono bassi. Bisognerebbe cedere tutto a un concorrente al prezzo più alto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA