Danimarca-Finlandia 0-1, decide Pohjanpalo dopo la grande paura per Eriksen

Sabato 12 Giugno 2021
Danimarca-Finlandia 0-1, Pohjanpalo decide la partita con un colpo di testa

La Finlandia vince 1-0 la sfida del Parken Stadium di Copenaghen contro la Danimarca padrona di casa. Il match valido per il gruppo B degli Europei è stato interrotto per quasi due ore dopo il malore del centrocampista danese Christian Eriksen soccorso dai medici che gli hanno praticato un massaggio cardiaco sul finale del primo tempo. A decidere la gara in favore degli scandinavi la rete di testa dell'attaccante dell'Union Berlin, Pohjanpalo al 60'. Quattordici minuti più tardi la Danimarca ha fallito un rigore su un tiro Hojbjerg parato da Hardecky.

SEGUI IL LIVE

La Danimarca per la prima volta ospita un Europeo, la Finlandia invece ne ha proprio mai giocato uno nella sua storia. Non mancano certo le motivazioni alle due nazionali che inaugurano il Gruppo B, e partono con profilo e ambizioni decisamente diversi.

I danesi hanno una spina dorsale di primo livello, il portiere Kasper Schmeichel, il difensore centrale Simon Kjaer e il trequartista Christian Eriksen. Il totem finlandese è invece Teemu Pukki, 31 anni, goleador del Norwich City, nella serie B inglese: in patria è un eroe e il suo infortunio qualche settimana fa ha creato il panico («Ora la caviglia è in perfette condizioni, sono pronto», garantisce) ma è tutto tranne che una stella.

 

All'interno del gruppo del ct finlandese Markku Kanerva, maestro d'elementare diventato allenatore, tutti sono però convinti che la somma del puzzle stupirà l'Europa. «L'Europeo è una grande sfida, ma è grande anche la fiducia che ho nella mia squadra», ha detto Kanerva, augurandosi di «dormire bene prima di questa storica partita». I danesi di Kasper Hjulmand non sottovalutano la sfida. «Se guardiamo al ranking siamo favoriti ma ogni partita è diversa. I dati e i numeri non contano quando si comincia a giocare», predica l'interista Eriksen, in conferenza stampa al fianco di Kjaer. «È importante cominciare bene, ma prendiamo una partita per volta», ha detto il difensore del Milan, che con lo staff tecnico ha studiato a lungo i finlandesi. «Stiamo bene e abbiamo fiducia - ha spiegato Hjulmand -. Altre nazionali hanno più possibilità di vincere il titolo, noi per ora vogliamo superare la prima fase e poi potrà succedere di tutto perché il calcio è questo». In Danimarca si sogna di ripetere l'impresa del 1992, e in un Paese che si appresta a eliminare le restrizioni anti-Covid, dalla giornata del girone diventeranno 25mila gli spettatori allo stadio Parken, e sono state distribuite 100mila bandierine biancorosse per spingere la "Dinamite danese". Una bandiera è protagonista anche dell'Europeo della Finlandia: è quella attorno alla quale ogni mattina la squadra dei "Gufi" si riunisce in cerchio, con i giocatori che a turno fanno un discorso per darsi la carica.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 04:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA