Il City elimina il Psg e ora sogna: prima finale. Guardiola cerca il successo 10 anni dopo

Martedì 4 Maggio 2021 di Salvatore Riggio
Il City elimina il Psg e ora sogna: prima finale. Guardiola cerca il successo 10 anni dopo

C’è sempre una prima volta. Il Manchester City vince anche il ritorno contro il Psg e conquista la finale di Champions. Non era mai accaduto prima. Succede adesso con Pep Guardiola in panchina. Il catalano ha un sogno fin dal suo addio al Barcellona nel 2011: ripetersi con un’altra squadra nella massima competizione continentale. Fallito l’obiettivo al Bayern Monaco (dal 2013 al 2016, eliminato sempre in semifinale da Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid), il catalano ci ha riprovato con i Citizens. Ma è soltanto dopo cinque anni è riuscito a centrare la finale. Si giocherà a Istanbul il 29 maggio contro la vincente di domani sera tra Chelsea e Real Madrid. Senza Mbappé (rimasto in panchina per 90’), il Psg si deve arrendere. A sostituire il fuoriclasse francese è Icardi, che gioca una bruttissima partita. Per il Manchester City decide la doppietta di Mahrez. Segna il vantaggio all’11’, ma qualche minuto prima il Var aveva tolto un rigore ai francesi. La squadra di Mauricio Pochettino ci prova con orgoglio. Centra una traversa con Marquinhos e ci prova anche con Di Maria, ma il calcio dei Citizens è tutta un’altra cosa. Nella ripresa Foden e De Bruyne mostrano al mondo la loro classe e Mahrez raddoppia beffando Florenzi. I francesi, tra l’altro, restano addirittura in 10 per il rosso a Di Maria. Passa il City e ora la città di Manchester può eguagliare il record di Milano: riuscire a vincere la Champions con due squadre diverse. Lo United, infatti, ne ha tre in bacheca (1968, 1999 e 2008).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA