Budapest, tifosi allo stadio senza mascherine: per Ungheria-Portogallo c'è il tutto esaurito

Martedì 15 Giugno 2021
Budapest, i tifosi tornano allo stadio senza mascherine: per Ungheria-Portogallo c'è il tutto esaurito

Non è la macchina del tempo, è tutto vero. A Budapest, alla Puskas Arena, ci sono 60.000 tifosi. Un tutto esaurito che non si vedeva dall'epoca pre-Covid. I tifosi sono arrivati in massa allo stadio che ha ospitato Ungheria-Portogallo alle 18 e sono quasi tutti senza mascherina. Un unicum negli Europei, visto che tutti gli altri stadi almeno per questa prima fase sono aperti con capienze ridotte a seconda dei dati dei contagi dei singoli Paesi.

Europei 2021: calendario delle partite, orari e gironi. Ecco il programma stadio per stadio

Per Budapest e tutta l'Ungheria una vera e propria festa che ha riportato il termometro della febbre calcistica ai livelli di qualche decennio fa. In migliaia hanno marciato nel pomeriggio dalla Piazza degli Eroi, verso la Puskas Arena, sfoggiando bandiere e sciarpe rossoverdi. I tifosi hanno attraversato la città come una marea, scandendo cori, anche per Christian Eriksen, il danese finito in ospedale per un arresto cardiaco in campo. Un pubblico simile, secondo i media locali, non si vedeva da 35 anni. Per entrare allo stadio - l'unico aperto al 100% fra le undici sedi dell'Europeo itinerante - serviva il certificato di vaccinazione al Covid o un tampone risultato negativo nelle 72 ore precedenti. Nel pubblico c'è anche una minoranza di sostenitori portoghesi.

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA