Marta Bassino oro ai Mondiali di sci nel Gigante parallelo, prima medaglia per l'Italia

Martedì 16 Febbraio 2021
Marta Bassino oro ai Mondiali di sci nel Gigante parallelo, prima medaglia per l'Italia

Marta Bassino è medaglia d'oro nel gigante parallelo ai Mondiali di Cortina. Per l'Italia è la prima medaglia in questa competizione disputata in casa. Partita con 0''50 di ritardo dopo la prima discesa, la piemontese ha sfruttato la pista rossa e con una rimonta pazzesca è riuscita a chiudere con lo stesso tempo di Katharina Liensberger: oro ex aequo, non assegnata la medaglia d'argento. 

«Un'emozione incredibile, dopo la vittoria in semifinale ho cercato di rimanere concentrata - ha detto Bassino dopo la vittoria a Rai Sport -. È bellissimo, pazzesco, è stata una lotta perché c'era da combattere. È una ciliegina sulla torta, io credo ancora tanto nell'oro nel gigante ma mi sono tolta un grande peso. So che c'è sempre da combattere e che se si vuole veramente qualcosa si può fare. Una dedica? Penso alla mia squadra, dietro tutto questo c'è tanto lavoro e se sono qui è anche grazie ai miei allenatori, le mie compagne. Penso anche a Sofia (Goggia, ndr) che non è qui». 

 

Ore 15.20 - Marta Bassino in finale! In ritardo di 0"48 dopo la prima manche contro la francese Tessa Worley, ha sfruttato la pista rossa nella seconda e ha recuperato fino a conquistarsi una finale. Stesso tempo al fotofinish, ma a giocarsi la medaglia d'oro sarà Bassino perché era in svantaggio dopo la prima discesa. E sarà la prima medaglia per l'Italia ai Mondiali di Cortina. In finale sfiderà l’austriaca Katharina Liensberger.

------------------------

Ore 15.05 - Marta Bassino è in semifinale nel gigante parallelo ai Mondiali di Cortina. L'azzurra ha vinto il derby tutto italiano contro Federica Brignone nei quarti. In ritardo dopo la prima discesa di 0''50, ha recuperato chiudendo con un vantaggio di 0''12 sulla valdostana. Bassino se la vedrà ora con la francese Tessa Worley. Eliminato invece Luca De Aliprandini. 

------------------------

Federica Brignone e Marta Bassino si sono qualificate al tabellone finale del gigante parallelo ai Mondiali di Cortina. Le azzurre sono tra le migliori 16 atlete che daranno la caccia alla medaglia iridata con un tabellone stile-tennistico su due manche. La prima ha ottenuto il quinto miglior tempo sul tracciato rosso ed è entrata per 20 centesimi tra le prime 8 che hanno passato il turno e che nel pomeriggio, sulla pista Rumerlo (dalle 14), si sfideranno con le prime 8 del tabellone blu. Bassino ha invece ottenuto la qualificazione per un solo centesimo e ai danni di un'altra azzurra, Lara Della Mea. Nel caso in cui dovessero vincere il loro ottavo di finale (Brignone contro Filser, Bassino contro Hrovat), si incontrerebbero ai quarti e l'Italia avrebbe un'atleta in semifinale.

Mondiali di Cortina ancora amari: Paris solo 4° in discesa, Kriechmayr fa il bis d'oro

Eliminata anche Laura Pirovano ma soprattutto atlete di punta come la ceca Petra Vhlova e la svizzera Lara Gut-Behrami mentre non ha partecipato alla gara l'americana Mikaela Shiffrin. Ecco perché l'Italia spera in quella che sarebbe la prima medaglia di questi Mondiali. 

Tra gli uomini Luca De Aliprandini è l’unico dei quattro azzurri ad accedere al tabellone finale grazie al sesto tempo sul tracciato rosso. Fuori gli altri tre italiani Borsotti, Tonetti e Franzoni. Qualificazione fatale per Marco Schwarz, vincitore della combinata di ieri. 

Brignone soddisfatta: «Ho sciato bene»

«Ho sciato abbastanza bene, ho visto la Vhlova fra le porte, pensavo a una placca allucinante, poi man mano che scendevo ho acquisito sempre più sicurezza - ha detto Federica Brignone -. Sono partita comunque bene dal cancello, quello è importante, anche perché poi sarà più corto e la partenza conta ancora di più».

Soddisfatta anche Marta Bassino: «Obiettivo raggiunto. Sono passata per un pelo, direi che l'importante era questo, la gara vera inizia oggi pomeriggio. Cambieremo marcia, ce la metterò tutta. Ho visto la Vhlova che è uscita, non c'era, non averla di fianco mi ha un pochino condizionato. Quando sono arrivata ho pensato che potevo mollare di più».

Ultimo aggiornamento: 22:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA