«Acqua, sferzata di bellezza». Esce il video del polistrumentista ascolano Paul Giorgi diretto da Andrea Giancarli

Giovedì 29 Aprile 2021 di Filippo Ferretti
Il cantautore ascolano Paul Giorgi

ASCOLI - La pandemia non ferma il talento di Paul Giorgi, il cantautore e musicista ascolano che, dopo aver frequentato il Cet, il Centro Europeo Tuscolano, struttura presieduta da Mogol, non si è più fermato nello scrivere musica. I lunghi mesi trascorsi durante il lockdown gli hanno permesso di unire ispirazione con gli stati d’animo che il recente periodo di chiusura ha generato nelle persone.

LEGGI ANCHE

Samsung presenta i nuovi Galaxy Book, i notebook più potenti della casa coreana

Lady Diana, il suo abito da sposa esposto dopo 25 anni nella mostra a Kensington Palace

 

Il singolo
Lo scorso mese di febbraio il 25enne artista aveva dato alla luce il primo dei frutti di questo isolamento ricco di creatività, pubblicando il singolo “Tigre” accompagnato ad un video particolarmente vivace, girato all’interno del locale ascolano che lo aveva visto protagonista dal vivo prima dell’avvento del Covid. Nella giornata di oggi, al seguito della precedente fatica, che ha ottenuto un’ottima risposta su YouTube, ecco che Paul Giorgi torna a scoprire il suo operato. Esce infatti in queste ore il nuovo singolo, intitolato “Acqua” ,accompagnato da un video in cui è tornato a farsi dirigere da Andrea Giancarli, il regista della serie “Non voglio mica la luna”, la prima creata appositamente per il web, girata tre anni fa ad Ascoli e per la quale lui ha ideato e composto le musiche.

Oggi, uscirà su tutte le piattaforme il video del brano “Acqua”, che rappresenta un momento importante nella carriera di Paul Giorgi, perché distribuito dall’etichetta romana “La Siepi Dischi”e che rappresenta il secondo dei nove pezzi che comporranno il suo nuovo album, atteso nei prossimi mesi, in cui è ovviamente anche cantante. «Questo brano in realtà, anche ha preso poi forma durante i mesi del Covid, è stato generato in una notte, dopo una serata estiva di due anni fa, quando in un locale ad Ascoli l’arrivo di una ragazza fece arrivare ai presenti una ventata di benessere, di fresco, come di acqua rigenerante» spiega il polistrumentista, cantante e autore, che definisce la canzone come una ballad classica, di atmosfera, la cui ispirazione è venuta di getto nelle ore successive a questo incontro. 


La sconosciuta
Una apparizione con una figura femminile di cui non ha mai saputo il nome ma la cui presenza è stata avvertita da Paul Giorgi sulla propria pelle come un erogatore spray azionato sotto il solleone. «Sono felice anche che la copertina del singolo sia stata realizzata da un’artista ascolana che stimo molto, Giulia Canala » conclude il giovane Giorgi, parlando di colei che, con il suo estro e mestiere, ha partecipato proficuamente alla riuscita dei suoi videoclip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA