Val Kilmer, da Top Gun alla lotta contro il cancro alla gola: «Devo scegliere tra respirare o mangiare»

Giovedì 26 Agosto 2021
Val Kilmer e la battaglia contro il cancro alla gola: «A volte scelgo tra respirare o mangiare»

 

Sei anni dopo la diagnosi di cancro alla gola e i trattamenti di radioterapia e chemioterapia che ne sono seguiti, insieme a una tracheostomia che ha danneggiato in modo permanente la sua voce, Val Kilmer oggi ha una nuova prospettiva di vita. Ora si dice «libero dal cancro» e sulla copertina di “People” di questa settimana, l'attore americano, 61 anni, si confessa mostrando un lato di sé che i fan non avevano mai visto prima: la star lo fa attraverso un nuovo documentario originale, titolato "Val".

 

Il film è co-diretto da Leo Scott e Ting Poo e prodotto da Kilmer, suo figlio Jack, 26 anni, e sua figlia Mercedes, 29 anni. Scott, Poo, Jack e Mercedes hanno parlato con People. «Ora che è più difficile parlare, voglio raccontare la mia storia più che mai», dice Kilmer nel documentario, che è uno sguardo intimo sulla vita personale e professionale dell'attore di Top Gun, Il Santo e Batman, inclusa appunto la sua battaglia contro il cancro ma anche il percorso di guarigione a cui è praticamente arrivato. Un viaggio onirico tra il successo e le paure. 

 

Val, che ha ricevuto una standing ovation al Festival di Cannes, presenta un tesoro di riprese video personali dal dietro le quinte dei suoi film più popolari, insieme a momenti vulnerabili e sinceri mentre affronta i suoi limiti fisici«Ovviamente sto molto peggio di come mi sento», dice Kilmer nel film, con la sua voce sottile e roca. «Non posso parlare senza tappare questo buco nella gola. Devi fare la scelta tra respirare o mangiare», aggiunge, sottolineando che è costretto a mangiare attraverso un sondino. «È un ostacolo», ha ammesso.

 

 I registi Scott e Poo hanno spiegato di essere stati ispirati a realizzare il documentario con Kilmer dopo aver appreso dell'ampio archivio di film personali dell'attore e aver conosciuto l'uomo che è.

 

Poo rispetta quanto Kilmer fosse aperto a collaborare con loro e a mostrare tutti gli aspetti della sua vita personale e professionale. «Non ha la vanità che ti aspetteresti da qualcuno della sua fama e celebrità. Non c'è mai stato quel tipo di artificio o protezione che le persone che sono veramente famose devono mettersi intorno. È quasi umiliante starci vicino...». 

In Val, Kilmer dice che non vede l'ora di vedere nel suo futuro, qualunque cosa gli riservi. «Mi sono comportato in modo bizzarro con alcune persone. Non nego niente di tutto questo e non ho rimpianti perché ho perso e ritrovato parti di me stesso che non sapevo esistessero», dice l'attore nel film. «Sono benedetto», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA