Un anno carico di jazz ad Ancona
Pronte tre rassegne e una mostra

La locandina
La locandina
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Gennaio 2016, 21:06
ANCONA - Sarà un anno carico di jazz ad Ancona, il 2016, presentato all'Osteria Strabacco in memoria dell'"oste buono", e amico del jazz, Danilo Tornifoglia. Il calendario è diviso in tre parti: "Ancona Jazz Winter into Spring", otto concerti tra febbraio e aprile, il "Summer Festival" dal 16 al 23 luglio, "Ancona Jazz Fall" in autunno, per chiudere con la tradizionale Gospel Night.

La volontà espressa dall'assessorato, di decentrare nel tempo e in spazi diversi l'attività culturale, trova così piena attuazione. Ma durante il festival estivo si profila un'importantissima novità: Ancona, e gli spazi espositivi della Mole, sono stati scelti nei mesi di luglio e agosto come sede per la mostra fotografica "Jazz World Photo", galleria di foto a tema jazzistico premiate nel più importante concorso internazionale. Una novità è anche l'appuntamento più vicino: si chiama "Ancona Jazz Weekend", e recupera stabilmente lo "Sperimentale", teatro degli esordi del jazz nel capoluogo quarant'anni fa. Si tratta di un mini-festival di tre giorni, dal 4 al 6 febbraio, che apre a un'accezione "larga" del jazz. Lo introduce il pianista finlandese Iiro Rantala, che tanto successo riscosse lo scorso anno: stavolta si presenta con una libera interpretazione delle composizioni di John Lennon, idolo della sua infanzia musicale, e dei Beatles. Il 5 ascolteremo l'omaggio a John Coltrane del quartetto, titolato appunto "Living Coltrane", del sassofonista Stefano "Cocco" Cantini, all'insegna della partecipazione emotiva che la musica del sommo jazzista dell'era moderna richiede. Il 6 un inedito assoluto, per lo meno dal vivo: il cameristico pianista americano Kenny Werner incontra un personaggio di spicco della scena brasiliana: la cantante e chitarrista Joyce Moreno, in un duo dal titolo emblematico, "Poesia".

Uno sguardo prima del festival, al Ridotto delle Muse e da "Aion" di Moroder, scopre a febbraio il progetto "Totò & il Jazz", con il leggendario batterista Gegè Munari, e il trio del pianista Dario Carnovale; a marzo il formidabile gruppo brasiliano "Trio Da Paz" e il sestetto italo-taiwanese di Giuseppe Bassi che suonerà l'intero album di Miles Davis "Kind of Blue". Tutte le informazioni su www.anconajazz.com e su facebook.com/ancona.jazz.
© RIPRODUZIONE RISERVATA