Le Marche protagoniste al Salone del libro di Torino, Sgarbi e Tisi presentano la mostra “Pericle Fazzini e Sisto V”

Sabato 16 Ottobre 2021
L'assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini

TORINO - Oggi, sabato 16 ottobre, alle ore 13, appuntamento di grande prestigio allo stand della Regione Marche alla XXXIII edizione del Salone del Libro di Torino, dedicato alle celebrazioni per il quinto centenario della nascita di Papa Sisto V. «Si tratta di un evento – ha sottolineato l’assessore regionale Giorgia Latini - di grande significato per la cultura marchigiana e per l’intero panorama culturale nazionale». A Torino saranno presenti per l’occasione, Vittorio Sgarbi e Daniela Tisi per presentare la mostra “Pericle Fazzini e Sisto V” (inaugurazione 12 dicembre) e l’Agenda delle celebrazioni del quinto centenario della nascita di Felice Peretti/Sisto V. Al pontefice, nato a Montalto delle Marche, è stato dedicato anche un film, che sarà presentato da Daniel Matricardi, sindaco della città che diede i natali a Papa Sisto V, e dal regista Paolo Consorti. Si tratta di un video promozionale con Ivano Marescotti e con l’omaggio canoro di Elio di Elio e le Storie Tese. Stanno invece per terminare le riprese della commedia d’autore, ispirata dall’anno del V Centenario della nascita di Sisto V, dal titolo Acqua alle corde, sempre per la regia di Paolo Consorti, produzione Opera Totale, con Enzo Iacchetti, Elio (Stefano Belisari), Natasha Stefanenko, Giobbe Covatta, Cristiano Caldironi, Rebecca Liberati, Vito (Stefano Bicocchi), Stefano Nosei. Per l’occasione sarà presentata un’anteprima del backstage del film.
Altro appuntamento di oggi alle ore 17, è con “MArCHESTORIE Racconti&tradizioni dai borghi in festa”. «Il festival – ha detto l’assessore Latini - è un progetto culturale di portata regionale che invita il pubblico a porre l’attenzione sugli elementi essenziali dell’identità marchigiana, a partire dai borghi e dalle loro storie, per conoscere i racconti e le tradizioni da tramandare alle future generazioni. Il nostro patrimonio, composto da numerosi centri storici, splendidi paesaggi, eccezionali storie e beni immateriali, può diventare uno dei fattori fondamentali per una rinascita, sociale ed economica, che affondi le proprie radici nei valori culturali del nostro territorio». Saranno presenti il direttore artistico Paolo Notari, il direttore dell’Amat Gilberto Santini e l’illustratrice Rebecca Lisotta, autrice dell’immagine grafica. Con la partecipazione di Filippo Paolasini della Compagnia Teatrale Asini Bardasci.
A seguire, alle ore 18, l’assessore Latini presenterà le candidature di Ascoli Piceno e Pesaro, ciascuna a città Capitale italiana della cultura 2024. «Due proposte strutturate – ha affermato Latini - per una visione di sviluppo territoriale a base culturale che si calano in due diversi contesti, entrambi rappresentativi e fortemente caratterizzanti la nostra poliedrica regione». Saranno presenti Marco Fioravanti, sindaco di Ascoli Piceno, e Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza di Pesaro. Intanto ieri allo stand allestito al Lingotto, sede della manifestazione, l’assessore regionale alla Cultura, Giorgia Latini, ha partecipato a una serie eventi, a cominciare dalla presentazione del libro, “Ascoli Piceno. Le torri, la storia e il travertino”, edizione illustrata di Domenico Capponi, di Capponi Editore, con Domenico Capponi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA