Rachele dei Baustelle al Politeama di Tolentino per RisorgiMarche: «Psychodonna è un canto libero fatto di amore e sgomento»

Rachele dei Baustelle al Politeama di Tolentino per RisorgiMarche: «Psychodonna è un canto libero fatto di amore e sgomento»
Rachele dei Baustelle al Politeama di Tolentino per RisorgiMarche: «Psychodonna è un canto libero fatto di amore e sgomento»
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 07:20

TOLENTINO - È una cantante, compositrice e musicista: Rachele Bastreghi, anima femminile dei Baustelle, sarà oggi, sabato 3 settembre, alle ore 18, a Tolentino, per la penultima data di RisorgiMarche. Inizialmente previsto al castello della Rancia, a causa delle avverse condizioni meteo previste, il concerto si terrà al Politeama. 

 
Il tour
La Bastreghi arriva a Tolentino con il suo progetto “Psychodonna”, insieme al musicista e producer Mario Conte. Tutto nasce nel 2021, dall’incontro tra Bastreghi, con le sue canzoni, e Conte, con la sua co-produzione. Il risultato è stato il primo album da solista della cantante senese, che si compone di 9 tracce, e che risulta impreziosito dalle voci amiche di Silvia Calderoni, Meg e Chiara Mastroianni. «Psychodonna – così ne parla l’artista – è il mio viaggio fatto di fuori orario, di luna e isolamento, di poesia e distorsione, di albe illuminate e risvegli caotici. È un canto necessariamente libero, fatto di controsensi, di amore e sgomento, di dolcezza e nervi. È un ballo consapevole nel fango». Quindi è arrivato un tour fatto già lo scorso anno, insieme alla “Psychoband”, e il ritorno, nel 2022, insieme a Mario Conte.

In questo tour che fa tappa a Tolentino, i due artisti ripropongono le canzoni di “Psychodonna”, eseguendo anche altri brani e cover che fanno parte del repertorio di Rachele Bastreghi. Il risultato sarà un viaggio attraverso sonorità techno, canzoni che sanno di retrò, elementi dance e progressive che caratterizzano una delle artiste più originali del panorama musicale italiano. È proprio la sua voce, un mix particolare di talento, fascino e carisma, ad averla messa in mostra nella musica italiana, ed averle permesso di affiancare ai Baustelle moltissime altre collaborazioni. Su tutte si ricordano quelle con Virginiana Miller, il progetto di Vasco Brondi, “Le luci della centrale elettrica”, gli Afterhours. Ancora si segnalano La Crus, Mara Redeghieri, Perturbazione, altri nomi che si sono trovati lungo il percorso musicale di Bastreghi.


La carriera 
In particolare la musicista dei Baustelle nel 2015 ha anche fatto un lavoro con Max Casacci dei Subsonica, per “Colpo di vento”, brano del film “Uno per tutti” di Mimmo Calopresti, e nel 2017 ha preso parte, con il brano “Le cose che pensano” al tributo a Battisti-Panella “La bellezza riunita”. Quanto ai Baustelle, insieme a Francesco Bianconi e Claudio Brasini, dal 2000 al 2018 la Bastreghi ha pubblicato bel 8 album in studio, la colonna sonora del film di Giuseppe Piccioni “Giulia non esce la sera”, e ha fatto anche un live. È anche grazie a lei che il gruppo si è affermato come uno tra i più importanti esempi di alternative pop in Italia. Come autrice ha iniziato nel 2015, firmando, tra gli altri, anche il brano “Ci rivedremo poi” di Patty Pravo, tra i suoi riferimenti musicali. Sempre nel 2015, dopo la partecipazione in una serie tv con un cameo, ha pubblicato un Ep dal titolo “Marie”, il suo personaggio, con canzoni e cover, ispirato alle sonorità, alla musica e alle caratteristiche artistiche tipiche degli anni ‘70. Il biglietto offre anche la possibilità di visitare gratuitamente il castello, nel pomeriggio di oggi, con un’apertura prevista dalle 15,30 alle 19. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA