Parson Dance al Rossini, la compagnia mito degli Usa concluderà la stagione. Doppia data per “Mine vaganti” di Ozpetek

Sabato 20 Novembre 2021 di Emanuele Pagnanini
Parson Dance sarà a Civitanova

CIVITANOVA . «Nostro obiettivo era riportare il Rossini di Civitanova tra i grandi teatri delle Marche. Operazione che è riuscita con la nuova stagione. Ma anche grazie al primo appuntamento fuori cartellone, le quattro date dello show di Fiorello già sold out». Con queste parole il direttore di Amat, Gilberto Santini, ha presentato il programma di Prosa e Danza 2021/22, tutto concentrato nel principale contenitore cittadino.

 

La disponibilità al 100% degli 830 posti sarà testata il 1, 2, 3 e 4 dicembre con “Fiorello presenta Civitanova”, lo show itinerante (e cangiante) del performer siciliano: venduti i biglietti di tutte le quattro serate per complessivi 3.300 spettatori. E stessa sorte sembra avere un altro spettacolo fuori abbonamento, “Sogno o son desto” di Massimo Ranieri in programma il 7 gennaio realizzato in collaborazione con la Isolani Produzioni. Ma anche il resto del cartellone accoglie grandi produzioni. Una stagione che è composta da altri cinque appuntamenti teatrali e da tre di danza. 


A parlarne, oltre a Gilberto Santini, il sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, la presidente dell’azienda Teatri, Francesca Peretti, e il consigliere Marco Perticarini. «Un grande ritorno all’attività in un grande teatro – ha ribadito Santini – abbiamo ospitato grandi produzioni con tanti attori sul palco proprio per dare respiro ad un settore in apnea, come ben testimonia il filmato prodotto dal Ministero. E anche per la Danza abbiamo voluto riprendere il discorso con le grandi compagnie». Tutti gli spettacoli si terranno al Rossini. Esclusi Annibal Caro e Cecchetti in quanto, avendo numero di posti molto più limitato, non offrono possibilità in caso di restrizioni da zona gialla con riduzione dei posti. 


Il cartellone
Si parte il 17 dicembre con “La piccola bottega degli orrori” con 9 attori in scena tra cui Giampiero Ingrassia che recita la stessa parte di 20 anni fa quando il musical era portato in teatro dalla Compagnia della Rancia. Il 21 gennaio è la volta di un grande classico, “Il malato immaginario” con protagonista Emilio Solfrizzi. Commedia leggera e brillante il 23 febbraio con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta che propongono “Scusa, sono in riunione… ti posso richiamare?”.

È invece stata scritta durante il lockdown “Bloccati dalla neve”, protagonisti Enzo Iachetti e Vittoria Belvedere, che parla appunto di personaggi chiusi in casa (18 marzo). Doppia data, 27 e 28 aprile, per la trasposizione teatrale del film “Mine vaganti”, curata dallo stesso regista, Ozpetek con un grande gruppo capitanato da Francesco Pannofino.

Per Civitanova Danza, invece, tre appuntamenti: il 3 gennaio con “Lo Schiaccianoci” del Balletto di Milano, il 17 febbraio con “Alice in Wonderland” del Circus Theatre Elysium, coreografia già in cartellone nel 2020 e annullata nel primo lockdown, per finire con la compagnia mito degli Usa, la Parson Dance. Abbonamenti da 55 a 110 euro (prosa) e da 35 a 65 euro (danza). Info teatro Rossini Civitanova e Amat.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA