Teatri Antichi Uniti, la rassegna sarà live con 29 spettacoli

Mercoledì 1 Luglio 2020
Elisabetta Pozzi
ANCONA -  Amat (circuito multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo delle Marche –Regione Marche, MiBACT) e i Comuni del territorio (Ascoli Piceno, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Cupra Marittima, Fabriano, Falerone, Fano, Osimo, Matelica, Monte Rinaldo, Pesaro, Porto San Giorgio, San Severino Marche, Sirolo e Urbisaglia) proseguono la proposta di spettacolo dal vivo nonostante la difficoltà del momento legata al Covid rinnovando e proteggendo l’appuntamento con il Tau (Teatri Antichi Uniti), prezioso luogo di incontro tra le ricchezze archeologiche della regione e i contenuti di spettacolo che da ventidue anni è un fiore all’occhiello della scena nazionale. Ventinove appuntamenti negli splendidi siti archeologici della regione per una proposta che spazia dalle migliori esperienze della scena nazionale ai lavori di talentuosi artisti Made in Marche.
 
Si parte da Urbisaglia con Elisabetta Pozzi in Elena di Ghiannis Ritsos
Inaugura il programma Elisabetta Pozzi in Elena di Ghiannis Ritsos, regia Andrea Chiodi, il 15 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e il 16 e 17 luglio al Teatro Romano di Ascoli Piceno. Un’altra Elena si scopre nel magnifico monologo lirico di Ghiannis Ritsos, lontana dell’immagine che la tradizione ci ha donato, magistralmente interpretata da Elisabetta Pozzi. “Come si sopravvive alla necessità di fare rappresentazione, qualsiasi essa sia, in un periodo in cui il fare teatro è così difficile?” si domanda Vinicio Marchioni interprete e regista di Caligola di Albert Camus il 22 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia (in forma di studio) e il 31 luglio al Teatro Gentile di Fabriano, “Caligola – prosegue Marchioni – è l’occasione per indagarne la necessità linguistica, la sua scrittura sinfonica”. Il 23 e 24 luglio giunge al Teatro Romano di Ascoli Piceno La storia di Antigone. Favola in musica per cornacchie, cani selvatici, maledizioni, tiranni, sepolcri & fanciulle in fiore con Anita Caprioli, attrice sensibile e colta che si cimenta, diretta dalla regia di Roberto Tarasco, in una rilettura dell’Antigone attraverso il testo della scrittrice scozzese Ali Smith, scelto da Alessandro Baricco come una delle storie “da salvare”. Ad accompagnare Anita Caprioli, i suoni live del cantante e compositore Didie Caria e le sculture immaginifiche di Giovanni Tamburelli.

Francesco Montanari all'Area Archeologica Santa Maria in Portuno di Corinaldo 
Il 28 luglio all’Area Archeologica Santa Maria in Portuno di Corinaldo Francesco Montanari porta in scena Menecmi da Plauto, adattamento di Arianna Mattioli e regia di Enrico Zaccheo. Commedia degli equivoci, storia di due gemelli identici che lottano per riunirsi contro le forze del caso, fulcro dell’indagine dello spettacolo è comprendere cosa sia rimasto a noi, oggi, della scrittura di questa commedia latina. A Massimo Venturiello è affidata il 3 agosto all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia l’interpretazione di Aulularia di Plauto, regia di Cristiano Roccamo per il Teatro Europeo Plautino, una delle commedie che più ha influenzato il teatro seicentesco ma anche il cinema moderno. “Lo spettacolo – afferma Cristiano Roccamo - porta inscena i tipi fissi plautini che si muovono tra intrecci comici, sentimenti cinici e sarcastici tipici, non solo della commedia plautina, ma anche della moderna stand up comedy”. Lella Costa raccoglie l'invito di Franca Valeri, grande matriarca del teatro italiano che quest'anno compirà cent’anni, a interpretare La vedova Socrate, il testo da lei scritto ispirato a La morte di Socrate dello scrittore svizzero Friedrich Durrenmatt e interpretato la prima volta nel 2003.

Maddalena Crippa nella ex Chiesa di San Francesco di Fano
Un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica il 5 agosto all’Anfiteatro del Parco Miralfiore di Pesaro e il 6 e 7 agosto al Teatro Romano di Ascoli Piceno. Un’analisi spietata della guerra, senza tralasciare gli altri temi che scorrono nel testo di Lisistrata di Aristofane, sono al centro dell’adattamento firmato da Nicasio Anzelmo, con Marisa Laurito e Andrea Nicolini alla fisarmonica, in scena il 9 agosto al Teatro Romano di Falerone. L’11 agosto nella ex Chiesa di San Francesco di Fano è la volta di una Maddalena Crippa con il progetto Eneide – Un Racconto Mediterraneo / Didone (libro IV) di Sergio Maifredi per il Teatro Pubblico Ligure, un canto di raffinata poesia dell’Eneide di Virgilio, un canto di passione totale, di un amore che sfida gli dèi.
 
Sul palco eventi nazionali e made in Marche
Teatri Antichi Uniti offre anche un’occasione di valorizzazione dei tanti talenti del territorio marchigiano. Dodici proposte di teatro Made in Marche per diciotto serate di spettacolo a partire dal 15 luglio all’Area Archeologica I Pini di Sirolo - in collaborazione con Ass. CollegaMenti per Radici Festival 2020 - con Francesca Berardi e Filippo Mantoni in Assenza. Orfeo-Euridice tratto dal racconto di Valeria Parrella, “un canto a due corpi, due microfoni e due fari” come si legge nelle note allo spettacolo della compagnia che indaga i temi della predita, del vuoto e dell’assenza in scena anche al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica (23 luglio), all’Anfiteatro Romano di Castelleone di Suasa in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 (1 agosto) e a Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi (7 agosto).

Standup tragedy
Tre episodi di Standup tragedy: Iliade, nuovo format di Stefano De Bernardin e Stefano Tosoni, attendono il pubblico del Tau offrendo una variazione in termini classici di una delle forme di spettacolo più famose del mondo contemporaneo. Due attori sul palco faranno rivivere, tra il serio e il faceto, i grandi miti, i grandi racconti, patrimonio dell’umanità: Un torto subito. Ep. 1 il 18 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi, il 30 luglio all’Anfiteatro Romano di Suasa di Castelleone di Suasa in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 e il 6 agosto al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica; Il giorno più lungo Ep. 2 il 31 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio in collaborazione con Proscenio Teatro per EPOS. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi e Scontro di Titani Ep. 4 sempre a Porto San Giorgio il 20 agosto. Sono single perché l'universo è un'aporia ontologica di e con Cesare Catà il 19 luglio al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica e il 31 luglio a Castelleone di Suasa (Anfiteatro Romano di Suasa) - in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 - è un monologo in cui si intrecciano filosofia e cabaret, storytelling e stand-up comedy dedicato alle vicissitudini di un maschio single del nuovo millennio, che riflette sulle contraddizioni e i pregiudizi della sua solitudine affettiva in un parallelismo tragicomico con i grandi miti greci e celtici. Isabella Carloni, voce e drammaturgia, Paolo Bragaglia, elettronica analogica, e Francesco Savoretti, percussioni mediterranee, danno vita il 25 luglio all’Area Archeologica La Cuma di Monte Rinaldo, a Furentes un concerto per voce, elettronica e percussioni che attraverso l’esplorazione sonora dialoga con la lingua poetica dell’Eneide. Due artisti di mondi musicali lontani tra loro e una performer vocale si ritrovano insieme, per una comune ricerca e contaminazione tra territori espressivi diversi, attorno al tema della follia legata all’ira.

Eneide, lettura da un’idea di  Rapaccioni, alle Terme Romane di Septempeda 
Il 27 luglio torna l’appuntamento alle Terme Romane di Septempeda a San Severino Marche con Eneide, lettura da un’idea di Francesco Rapaccioni che chiude, dopo Iliade (2018) e Odissea (2019), il ciclo dei grandi poemi dell’antichità classica. Un viaggio, quello di Enea, da ripercorrere sullo sfondo dell’architettura classica delle Terme Romane immersi nel paesaggio, dolce e aspro, delle montagne di San Severino Marche. Il 29 luglio a Castelleone di Suasa (Anfiteatro Romano di Suasa) in collaborazione con Centro Teatrale Senigalliese per InSuasa Festival 2020 e il 30 luglio al Cortile di Palazzo Ottoni di Matelica Luca Violini presenta Odisseo. O tu fra i mortali il più sventurato, uno spettacolo di RadioTeatro. Immaginare per vedere, lasciando libera la propria mente di dare forma ai suoni che percepisce. È questa la formula del RadioTeatro ed è questa l'esperienza, coinvolgente ed emozionante, offerta dalla maestria dell'attore e doppiatore professionista Luca Violini abile al punto da impersonare in una sola le tante e differenti voci di uomini e donne, dei e figli, un microfono e una voce per raccontare la storia di un Ulisse che prima di essere un guerriero ed un eroe è semplicemente un uomo costretto, per vent'anni, a vivere lontano dai suoi affetti più cari. Voglio un cuore pronto a ogni cosa da Le Argonautiche di Apollonio Rodio con Isabella Carloni (voce) e Andrea Strappa (elettronica) l’8 agosto al Chiostro di San Francesco di Osimo è un concerto teatrale che fotografa il mito della maga della Colchide affidato alla voce di Isabella Carloni alla quale si intrecciano le composizioni elettronico-digitali di Andrea Strappa.

La conclusione del Tau il 24 agosto a Cupra Marittima al Parco Archeologico
Ancora un appuntamento all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia l’8 agosto con Sergio Leone in Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, adattamento e regia di Antonio Mingarelli. Dai trionfi in guerra all’amore per la poesia, per la musica e la filosofia, dalle vicende politiche all’amore per il giovanissimo Antinoo, suo amante; un tentativo di "rifare dall'interno – come afferma la Yourcenar stessa - quello che gli archeologi del XIX secolo hanno rifatto dall'esterno". La conclusione del Tau il 24 agosto a Cupra Marittima, Parco Archeologico, è con In viaggio con Ulisse con Valentina Illuminati, Edoardo Ripani e Lucilio Santoni, uno spettacolo che indaga la figura dell'eroe omerico nelle metamorfosi da lui assunte durante il corso dei secoli, fino al moderno paladino del progresso e delle grandi scoperte, ma sempre più affetto da sconfinata solitudine.
 
Il Tau non è solo una rassegna di spettacoli ma si conferma occasione privilegiata per scoprire posti di antica bellezza. Ad arricchire la proposta per il pubblico, prima di molti spettacoli tornano gli AperiTau. Passeggiate di storia, visite guidate gratuite alle aree archeologiche e ad altri luoghi di grande interesse culturale, naturalistico e archeologico.
 
Inizio spettacoli ore 21.30, Monte Rinaldo e Sirolo ore 19. Vendita biglietti on line su www.vivaticket.com. Informazioni su www.amatmarche.net, 071 2072439.
 
Il TAU rispetta tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid previste dalla normativa vigente. © RIPRODUZIONE RISERVATA